Tutti i post con etichetta 2021

Call per Summer School “Arti performative e community care” sul tema “Il corpo tra comunità e immunità” – 8-12 settembre, Ortelle (Lecce)

Categorie: 2021, News, Summer School
Commenti disabilitati su Call per Summer School “Arti performative e community care” sul tema “Il corpo tra comunità e immunità” – 8-12 settembre, Ortelle (Lecce)
Call per Summer School "Arti performative e community care" sul tema "Il corpo tra comunità e immunità" - 8-12 settembre, Ortelle (Lecce) - Immagine

Su richiesta dei proff. Salvatore Colazzo e Ada Manfreda, segnaliamo la call per la decima edizione della summer school di “Arti performative e community care” sul tema “Il corpo tra comunità e immunità”, che si svolgerà dal 08.09.2021 al 12.09.2021 a Ortelle (Lecce).
Il titolo/tema della X Edizione della Summer School di “Arti performative e community care” che verrà dedicato all’esplorazione del corpo, del suo ruolo performativo nelle relazioni sociali, tra antropologia e pedagogia.
Verrà fatto attraverso:

  • laboratori performativi di: o Community dance
  • community music e body percussion
  • vocalità e corpo della voce, con esperti e professionisti performer
  • forum serali tematici con antropologi, pedagogisti, ricercatori sociali e in community studies, esperti di arti performative

Il tutto diventerà materiale narrativo-performativo alla cui costruzione ogni partecipante sarà coinvolto in prima persona per poi restituire pubblicamente le nostre “riflessioni in azione” in una Performance finale con cui si chiuderà il percorso e ci si congederà dalla comunità.
La Summer School nasce da un’idea della cattedra di Pedagogia Sperimentale dell’Università del Salento tenuta dal prof. Salvatore Colazzo, che è il responsabile scientifico della Scuola. È diretta dalla dott.ssa Ada Manfreda, ricercatrice all’Università degli Studi di Roma Tre, ed è realizzata da EspérO, un’azienda innovativa di ricerca applicata nel campo della formazione e dell’educazione, in collaborazione con l’OdV Fabbricare Armonie. Mette in stretto contatto la comunità provvisoria di apprendimento che partecipa alla Summer School, costituita da esperti, formatori performer e allievi, con la più ampia comunità ospitante, e culmina con l’evento performativo di restituzione finale pubblica dell’esperienza, di quanto è emerso, è stato raccolto e rinarrato in modo transmediale dai partecipanti.
La Summer School si rivolge a:

  1. agli studenti universitari di corsi di studio d’area pedagogica, psicologica o del servizio sociale, o ai dottorandi che desiderino acquisire competenze nell’ambito della ricerca-intervento di comunità;
  2. ai pedagogisti, agli educatori, agli psicologi, agli assistenti sociali, agli insegnanti per arricchire la loro formazione e offrire un servizio migliore;
  3. agli studenti dei conservatori di musica e delle accademie delle belle arti, interessati a comprendere come l’arte possa intercettare i bisogni sociali e mettersi a loro servizio;
  4. agli attori interessati a comprendere i dispositivi del teatro sociale e di comunità.

Per partecipare, compilare il modulo di iscrizione al seguente link: https://artiperformative.com/2021/07/22/call-2021-x-edizione/

Pubblicazione nuovo numero rivista “Me.Tis. Mondi educativi. Temi, indagini, suggestioni” sul tema “Storie dis-seminate e impliciti della storia collettiva”

Categorie: 2021, News, Rivista
Commenti disabilitati su Pubblicazione nuovo numero rivista “Me.Tis. Mondi educativi. Temi, indagini, suggestioni” sul tema “Storie dis-seminate e impliciti della storia collettiva”
Pubblicazione nuovo numero rivista "Me.Tis. Mondi educativi. Temi, indagini, suggestioni" sul tema "Storie dis-seminate e impliciti della storia collettiva" - Immagine

Su richiesta dei proff. Isabella Loiodice, Barbara De Serio e Giuseppe Annacontini, segnaliamo la pubblicazione del nuovo numero della rivista “Me.Tis. Mondi educativi. Temi, indagini, suggestioni” sul tema “Storie dis-seminate e impliciti della storia collettiva”.
Il presente numero parte da una considerazione di base: nessuna cultura o società può essere o vivere senza storie. In questa logica, conferire voce – critica e riflessiva – alle storie disseminate significa liberare spazi di nuova esperienza fatti salvi dall’ingombrante presenza di modelli, ideologie, linguaggi, tradizioni educative che possono comprimere e inibire la libera espressione del soggetto nel (e con il) mondo.
Avere memoria delle storie disseminate significa, dunque, non superare ma liberare la Storia, restituendo visibilità ai suoi dispositivi operanti implicitamente nelle sue pratiche quotidiane. La Storia non è dunque dimidiata dalle storie disseminate ma, all’esatto opposto, essa è “aperta” dalla pratica decostruttiva che esse sollecitano, mettendo in chiaro i dispositivi sottili e diffusi (parole, immagini, principi, sensibilità) che testimoniano la sua operatività talvolta emancipativa, tal’altra alienante della capacità di uomini e donne di aspirare al meglio.
I contributi raccolti nel su richiamato numero accompagnano il lettore nella scoperta di storie e narrazioni disseminate, per pensare e fare educazione, per promuovere e accompagnare quel difficile cammino di soggettivazione di uomini e donne la cui identità è nella costruzione di narrazioni e dialoghi infiniti con se stessi e il mondo materiale e immaginale, culturale e sociale, che ci circonda. Ospitiamo in questo numero un contributo di Angela Articoni, studiosa di letteratura dell’infanzia e Dottore di ricerca presso il Dipartimento di Studi umanistici dell’Università di Foggia, prematuramente scomparsa.
Per accedere alla rivista: http://www.metisjournal.it/index.php/metis/issue/view/20

Call for abstract seminario di studi “Nel solco di Emi Rinaldini (1922-1945). Dalla scuola di Vittorino Chizzolini ad exemplum per le nascenti vocazioni magistrali”

Categorie: 2021, Call, News
Commenti disabilitati su Call for abstract seminario di studi “Nel solco di Emi Rinaldini (1922-1945). Dalla scuola di Vittorino Chizzolini ad exemplum per le nascenti vocazioni magistrali”
Call for abstract seminario di studi "Nel solco di Emi Rinaldini (1922-1945). Dalla scuola di Vittorino Chizzolini ad exemplum per le nascenti vocazioni magistrali"

Su richiesta del prof. Bertagna Giuseppe, segnaliamo la call for abstract per il seminario di studi “Nel solco di Emi Rinaldini (1922-1945). Dalla scuola di Vittorino Chizzolini ad exemplum per le nascenti vocazioni magistrali”.
In occasione della ricorrenza del primo centenario dalla nascita di Emi (Emiliano) Rinaldini, avvenuta a Brescia il 19.01.1922, la Fondazione “Giuseppe Tovini” di Brescia, in collaborazione con la Famiglia Universitaria “Bevilacqua-Rinaldini”, intende proporre una call for abstract per un seminario nazionale di studi, previsto il 24 maggio 2022, nel XXXVIII anniversario dalla scomparsa di Vittorino Chizzolini (1907-1984).
L’evento sarà finalizzato alla ricostruzione del profilo umano, spirituale, culturale, civile di Rinaldini nel contesto locale e nazionale del Ventennio fascista, allo scopo di mettere in mostra come, nella sua breve vita, l’incontro con Vittorino Chizzolini e con il suo apostolato educativo lo spinsero a diventare un giovane maestro impegnato in una scuola elementare concepita come scuola del popolo, attento a promuovere la centralità della relazione educativa e a farsi, in prima persona, protagonista di un continuo processo di ascesa pedagogica con i propri allievi.
Inoltre, lo studio della figura di Emi Rinaldini nella molteplicità delle sue sfaccettature dovrebbe favorire una prima ricognizione del terreno di coltura in cui Vittorino Chizzolini fece sbocciare, dall’anno scolastico 1957-58, la Famiglia Fraterna “Rinaldini” per studenti delle scuole medie e degli istituti magistrali e, dal 1965, la Famiglia Universitaria “Bevilacqua”, oggi entrambe riunite nella Famiglia Universitaria “Bevilacqua-Rinaldini”. Si tratta di due realtà fortemente volute da Chizzolini a custodia delle nascenti vocazioni magistrali e, più in generale, intellettuali dei giovani ospiti, nel solco dell’exemplum incarnato da Emi.
Gli abstract, della lunghezza massima di 2.000 battute, dovranno essere redatti in formato word e corredati dei seguenti dati: titolo dell’intervento in italiano e in inglese, nome e cognome dell’autore, affiliazione accademica/istituzionale, indirizzo di posta elettronica, cinque parole chiave in lingua italiana. Andranno inviati entro il 21.12.2021 all’indirizzo di posta elettronica della Fondazione “Giuseppe Tovini” ([email protected]). Saranno sottoposti ad un referaggio a cura del Comitato scientifico del seminario nazionale, i cui membri afferiranno al Gruppo di Lavoro “Prof. Vittorino Chizzolini” e alle Edizioni Studium.
Le proposte migliori verranno presentate nel corso del seminario del 24.05.2022 e, successivamente, pubblicate dalle Edizioni Studium in un apposito volume che seguirà la giornata di studi. Per maggiori informazioni, è possibile contattare l’indirizzo di posta elettronica: [email protected].
Per accedere alla rivista: http://www.fondazionetovini.it

Call

Call for papers rivista “Italian Journal of Health Education, Sport and Inclusive Didactic” sul tema “Multi-sensorialità fra neuroscienze educative e pratiche didattiche”

Categorie: 2021, Call, News
Commenti disabilitati su Call for papers rivista “Italian Journal of Health Education, Sport and Inclusive Didactic” sul tema “Multi-sensorialità fra neuroscienze educative e pratiche didattiche”
Call for papers rivista "Italian Journal of Health Education, Sport and Inclusive Didactic" sul tema "Multi-sensorialità fra neuroscienze educative e pratiche didattiche"

Su richiesta del prof. Francesco Peluso Cassese, segnaliamo la call for papers della rivista “Italian Journal of Health Education, Sport and Inclusive Didactic” sul tema “Multi-sensorialità fra neuroscienze educative e pratiche didattiche”.
Le interazioni tra soggetto e ambiente sono state messe in evidenza già negli anni ’60, dalla psicologia ecologica di Gibson e spiegate attraverso la teoria dei sistemi dinamici. La teoria si basa su tre costrutti:

  • la percezione non richiede rappresentazioni mentali, dunque è diretta;
  • la percezione serve per guidare l’azione, e non per la raccolta di informazioni non pertinenti all’azione;
  • l’ambiente deve offrire informazioni sufficienti per guidare la condotta.

Questa idea porta alla formulazione del concetto di “affordance”, un punto focale dell’Embodied Cognition in cui il lavoro di Gibson trova un riscatto proprio in seguito alla crisi della scienza cognitiva classica (Caruana, Borghi, 2013; Gomez 2020).
Gli obiettivi della call dunque sono molteplici:

  • giungere ad una comprensione teorica dei meccanismi neurali sottostanti e investigare come le proprietà di integrazione multisensoriale possano essere acquisite e maturino durante lo sviluppo attraverso l’influenza dall’esperienza sensoriale a cui il soggetto viene sottoposto;
  • comprendere come tali modelli possano essere utilizzati per analizzare il ruolo della percezione multisensoriale in processi di decision-making, come la causal inference e in training riabilitativi sviluppati per compensare la perdita di specifiche capacità percettive;
  • sviluppare approcci educativi e modelli didattici differenziati in base alle peculiarità dell’utenza.

Invio articolo completo dal 16.07.2021 al 20.08.2021.
Esiti del referaggio entro il 10.09.2021.
Pubblicazione articoli entro il 24.09.2021.
Per accedere alla rivista: https://ojs.gsdjournal.it/index.php/gsdj

Call

Call for papers rivista “Excellence and Innovation in Learning and Teaching. Research and Practices” sul tema “La formazione iniziale e continua nell’educazione, nella formazione e nell’istruzione: modelli formativi, pratiche didattiche e strategie di valutazione”

Categorie: 2021, Call, News
Commenti disabilitati su Call for papers rivista “Excellence and Innovation in Learning and Teaching. Research and Practices” sul tema “La formazione iniziale e continua nell’educazione, nella formazione e nell’istruzione: modelli formativi, pratiche didattiche e strategie di valutazione”
Call for papers rivista "Excellence and Innovation in Learning and Teaching. Research and Practices" sul tema "La formazione iniziale e continua nell'educazione, nella formazione e nell'istruzione: modelli formativi, pratiche didattiche e strategie di valutazione" - Call

Su richiesta del prof. Ettore Felisatti, segnaliamo la call for papers della rivista “Excellence and Innovation in Learning and Teaching. Research and Practices” sul tema “La formazione iniziale e continua nell’educazione, nella formazione e nell’istruzione: modelli formativi, pratiche didattiche e strategie di valutazione”.
La complessità sociale e le nuove sfide culturali in cui ci troviamo a vivere consolidano un crescente bisogno educativo e formativo a molteplici livelli. La formazione si propone oggi come il dispositivo principe più idoneo ad interpretare, comprendere e facilitare i processi di adattamento creativo, di crescita e di sviluppo dei singoli, dei gruppi e delle comunità lungo tutto il corso della vita. Le figure che operano in ambito educativo, formativo e dell’istruzione si trovano ad accogliere la sfida del cambiamento incessante, con la conseguente necessità di disporre di opportunità di formazione, iniziale, continua e permanente che puntino ad una preparazione professionale solida e al tempo stesso adattabile al permanere dei livelli di variabilità. In questo contesto la riflessione porta a considerare il valore delle teorie e delle pratiche in ordine alla pedagogia, alla formazione e alla didattica.
La revisione di modelli tradizionali con l’identificazione, la messa a punto e la formalizzazione di approcci formativi, azioni didattiche, strategie di intervento, metodologie di intervento e di valutazione nuove, è un fattore indispensabile da conseguire e richiede elaborazioni prospettiche capaci di coniugare efficacia, efficienza ed innovazione in forma permanente e dinamica. A questo si correlano le logiche di comunità e di sviluppo professionale all’interno di modelli di learning organization nei contesti dell’educazione, della formazione e dell’istruzione, che sappiano intercettare le dimensioni dell’esperienza, della riflessività e dell’intervento trasformativo.
La call si propone come un’occasione di confronto e condivisione di ricerche ed esperienze che sappiano valorizzare una prospettiva da un lato consolidata e dall’altro innovativa e potenzialmente in forte crescita nel campo della scuola e in particolare dell’Università, dove la valorizzazione della docenza e una nuova professionalità didattica procedono verso la realizzazione di pratiche di Faculty development per costruire competenze e approcci rivolti all’innovazione e al miglioramento costante delle esperienze e della qualità della formazione. Sarà possibile inviare i propri contributi entro il 30.09.2021.

Call

Convegno “Scuole che educano, insegnanti creativi in Emilia-Romagna. Una ricerca sul campo” – 9-10 settembre, Sassuolo (Modena)

Categorie: 2021, Convegni, News
Commenti disabilitati su Convegno “Scuole che educano, insegnanti creativi in Emilia-Romagna. Una ricerca sul campo” – 9-10 settembre, Sassuolo (Modena)
Convegno "Scuole che educano, insegnanti creativi in Emilia-Romagna. Una ricerca sul campo" - 9-10 settembre, Sassuolo (Modena)

Su richiesta dei proff. Michele Caputo e Giorgia Pinelli, segnaliamo il convegno “Scuole che educano, insegnanti creativi in Emilia-Romagna. Una ricerca sul campo”.
Il convegno, organizzato dall’Università degli Studi di Bologna, si terrà dal 09.09.2021 al 10.09.2021 presso l’Istituto Spallanzani di Sassuolo (via Padova, 28).
Il convegno costituisce un primo momento di confronto e verifica, a partire dagli esiti di un programma di ricerca sul campo svolto negli anni scolastici 2018/2019, 2019/2020 e 2020/2021. Tale lavoro ha preso avvio dall’istituto scolastico paritario “Vladimiro Spallanzani”, ubicato su due sedi in provincia rispettivamente di Modena e Reggio Emilia. Nel terzo anno del progetto, la ricerca si è estesa ad altre sei scuole (tre paritarie e tre statali) sul territorio emiliano, tra le provincie di Modena, Reggio Emilia e Bologna.
La prima mattinata del convegno è dedicata ad un report sintetico della ricerca e alla presentazione di alcuni focus pedagogici emersi principalmente nel corso dello scorso anno scolastico. Il pomeriggio invece vede protagonisti gli insegnanti delle scuole coinvolte che riferiranno in quattro panel (sessioni parallele) progetti ed esperienze educativo-didattiche riferibili alla DAD, all’apprendimento come esperienza, alle comunità di pratica nella scuola e all’espressione artistica. Il secondo giorno è dedicato alla creatività degli insegnanti, analizzata da un punto di vista pedagogico, mentre il pomeriggio il tema delle scuole che educano verrà affrontato da una tavola rotonda con i dirigenti scolastici delle scuole che hanno partecipato alla ricerca.
Il Convegno sarà fruibile in modalità blended: sia in presenza, presso l’istituto Spallanzani, che da remoto. A causa delle limitazioni Covid, il numero massimo di presenze per le sessioni plenarie è di 100 persone; per ogni panel è di 30 persone. Per partecipare in presenza o online è obbligatoria l’iscrizione preventiva, entro il termine ultimo del 05.09.2021.
Iscrizioni al Convegno: compilare l’apposito modulo al seguente link: https://bit.ly/3hH96Rp
Agli iscritti saranno inviate direttamente via mail indicazioni sulle modalità (presenza o online) di partecipazione indicate nel modulo di iscrizione.
Il link di zoom sarà comunque disponibile sul sito del gruppo RES: https://site.unibo.it/res

Programma

Convegno Internazionale “Educazione Territori Natura. Percorsi di cittadinanza a partire dalla scuola” – 2-4 dicembre, Bressanone

Categorie: 2021, Convegni, News
Commenti disabilitati su Convegno Internazionale “Educazione Territori Natura. Percorsi di cittadinanza a partire dalla scuola” – 2-4 dicembre, Bressanone
Convegno Internazionale "Educazione Territori Natura. Percorsi di cittadinanza a partire dalla scuola" - 2-4 dicembre, Bressanone

Su richiesta dei proff. Michele Cagol, Liliana Dozza e Monica Parricchi, segnaliamo il sesto convegno internazionale “Educazione Territori Natura. Percorsi di cittadinanza a partire dalla scuola”.
Il convegno, promosso dalla Facoltà di Scienze della Formazione della Libera Università di Bolzano, si terrà dal 02.12.2021 al 04.12.2021 a Bressanone (in caso di necessità è prevista la conversione in Virtual Conferenze su Zoom negli stessi giorni).
Il Convegno si rivolge a differenti pubblici: sia a ricercatori universitari sia a insegnanti di ogni ordine e grado e a educatori impegnati nella scuola e nelle opportunità intenzionalmente formative del fuori-scuola. Sono attesi abstract che presentino riflessioni e percorsi di ricerca relativi alle seguenti tematiche:

  1. Cittadinanza e Partecipazione
  2. Sostenibilità e Responsabilità
  3. Relazioni e Fiducia
  4. Territori-Scuola-Emancipazione

Call for Papers: Le proposte di contributo dovranno pervenire entro domenica 10.10.2021 agli indirizzi [email protected] e [email protected] nella forma di abstract di max. 200 parole (in italiano, inglese o tedesco). Tutti gli abstract pervenuti saranno sottoposti a referaggio e l’accettazione sarà comunicata entro una settimana dalla ricezione. Gli abstract accettati saranno presentati il 03.12.2021 nelle sessioni seminariali parallele.
Programma definitivo e modalità di registrazione saranno disponibili a settembre.

Locandina

Convegno Nazionale “Scuola come bene di tutti. Scuola per il bene di tutti. Quale scuola vogliamo?” – 15 settembre

Categorie: 2021, Convegni, News
Commenti disabilitati su Convegno Nazionale “Scuola come bene di tutti. Scuola per il bene di tutti. Quale scuola vogliamo?” – 15 settembre
Convegno Nazionale "Scuola come bene di tutti. Scuola per il bene di tutti. Quale scuola vogliamo?" - 15 settembre

Su richiesta della prof.ssa Giulia Pastori, segnaliamo il primo convegno nazionale “Scuola come bene di tutti. Scuola per il bene di tutti. Quale scuola vogliamo?”.
Il convegno, organizzato nella giornata mondiale della democrazia dal Laboratorio Scuola e Cittadinanza Democratica del Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione “Riccardo Massa” dell’Università degli Studi di Milano Bicocca, si terrà online in data 15.09.2021 dalle ore 14.00 alle ore 18.30.
La Scuola è luogo di vita e di crescita personale, culturale, sociale e politica. È una comunità che idealmente accoglie ogni cittadina e ogni cittadino, ne promuove le potenzialità fin dalla prima infanzia, e al contempo introduce gli individui nella collettività, affinché si sentano parte di uno spazio comune di cui prendersi cura e in cui promuovere convivenza pacifica, benessere sociale e ambientale. Tuttavia, il sistema scolastico fatica a svolgere questa duplice funzione ed essere leva di sviluppo democratico, equo e sostenibile in una società sempre più complessa e chiamata a rispondere alle sfide poste dalla pluralità culturale; dalla rapida crescita delle disuguaglianze sociali e delle “povertà educative”; dall’aumento della demotivazione, del disagio giovanile e dell’abbandono scolastico, acuiti dalla pandemia.
Il convegno è inteso come una piazza virtuale in cui confrontarsi, condividere prospettive di lettura del presente, raccontare esperienze concrete di lavoro con, nelle e per le scuole e i territori in cui sono inserite, e fare rete tra ricercatori, insegnanti e operatori culturali e sociali del Terzo Settore.

Locandina

2021-07-20 – VI Concorso “Quel fresco profumo di libertà”

Categorie: 2021, Presidente
Commenti disabilitati su 2021-07-20 – VI Concorso “Quel fresco profumo di libertà”
2021-07-20 - VI Concorso "Quel fresco profumo di libertà" - Bando

Logo Siped

Con il patrocinio della Siped è stato indetto il concorso nazionale “Quel fresco profumo di libertà” giunto alla sesta edizione, che intende valorizzare specificità e peculiarità delle competenze dei diversi gradi delle scuole italiane. I temi dell’educazione alla legalità, dell’intercultura, dell’inclusione possono – anche alla luce della più avanzata ricerca scientifica di ambito educativo-didattico e delle recenti normative e disposizioni ministeriali – essere declinati e proposti in forma differenziata nell’ambito dei diversi ordini e gradi di scuola, così da valorizzare al meglio le specificità dei contesti, dei soggetti e dei processi formativi di riferimento.
Scadenza: 15.03.2022

“Questo concorso, frutto della collaborazione fra il Centro studi e il Ministero dell’Istruzione, è un invito per le scuole che negli anni hanno mostrato interesse, attenzione e sensibilità ai temi della legalità, della lotta alle mafie, della cittadinanza attiva, della pace dell’intercultura, per dare voce e concretezza a quel fresco profumo di libertà di cui parlava mio fratello Paolo. Sono sicura della risposta delle scuole e mi aspetto una grande partecipazione per la fantasia, la creatività e l’impegno che ho toccato con mano nel corso di questi anni incontrando gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado”.
Rita Borsellino

Bando

Cerimonia di apertura del Master universitario di I livello in “Organizzazione e gestione delle istituzioni scolastiche in contesti multiculturali” – 22 luglio

Categorie: Archivio Master
Commenti disabilitati su Cerimonia di apertura del Master universitario di I livello in “Organizzazione e gestione delle istituzioni scolastiche in contesti multiculturali” – 22 luglio
Cerimonia di apertura del Master universitario di I livello in "Organizzazione e gestione delle istituzioni scolastiche in contesti multiculturali" - 22 luglio

Su richiesta della prof.ssa Gabriella D’Aprile, segnaliamo la cerimonia di apertura del master universitario di I livello in “Organizzazione e gestione delle istituzioni scolastiche in contesti multiculturali”.
La giornata inaugurale del master, finanziato dal FAMI (Fondo Asilo Migrazione e Integrazione) e promosso dal Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Catania, si terrà online in data 22.07.2021 dalle ore 15.00 alle ore 17.00 tramite piattaforma Microsoft Teams.
Alla presenza di 140 corsisti, i lavori si apriranno con i saluti istituzionali della prof.ssa Loredana Cardullo, Direttrice del Dipartimento di Scienze della Formazione, del prof.re Alberto Fichera, Delegato alla didattica presso l’ateneo catanese, del dott.re Raffaele Ciambrone, Dirigente tecnico della Direzione Generale per lo Studente, Ministero dell’Istruzione, della dott.ssa Fiorella Palumbo, Dirigente tecnico presso l’Ufficio scolastico regionale per la Sicilia. Seguirà la lezione inaugurale della prof.ssa Gabriella D’Aprile, direttrice del Master, dal titolo “Formare alla cura interculturale”.
Il Master si propone di arricchire la professionalità dei docenti, dal punto di vista teorico, metodologico, applicativo in relazione ai temi dell’interculturalità, con l’obiettivo di migliorare la qualità dell’integrazione scolastica e dell’inclusione educativa delle alunne e degli alunni con background migratorio. Il tema della diversità culturale impone una “torsione” dello sguardo, oltreconfine, che permetta di accogliere l’alterità come limen, ricchezza dell’esistenza, fondamento della condizione umana. Ecco l’appello rivolto agli insegnanti, “custodi di futuro”, generatori di cambiamento e di destini umani, per un’autentica cultura formativa della cura interculturale.
Per collegarsi all’evento: https://teams.microsoft.com/l/meetup-join/19%3ameeting_Njk2MWIyOTctYjViNS00MmM4LTgwMWUtYmJhNGQ0NzhhMzhm%40thread.v2/0?context=%7b%22Tid%22%3a%22baeefbc8-3c8b-4382-9126-e86bfef46ce6%22%2c%22Oid%22%3a%22a075147b-d5e0-4edb-9d82-20ffdf341adc%22%7d

Programma