Pubblicazione Rivista “Annali online della Didattica e della Formazione Docente”

Su richiesta della Prof.ssa Elena Marescotti, segnaliamo la pubblicazione dei numeri 15-16/2018 della Rivista “Annali online della Didattica e della Formazione Docente”.
Il numero monografico della rivista “Annali online della Didattica e della Formazione Docente” (http://annali.unife.it/adfd), dedicato a “La relazione tra Scuola e Famiglia nel segno del superiore interesse del minore. La responsabilità genitoriale tra diritti e doveri, sostegno e formazione alla genitorialità, interazioni con le istituzioni educative”, viene pubblicato – per scelta delle curatrici Elena Marescotti (Dipartimento di Studi Umanistici, UniFe) e Arianna Thiene (Dipartimento di Giurisprudenza, UniFe) – nella “Giornata Mondiale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza”.
La libertà di pensiero, la libertà religiosa, il diritto allo studio, il diritto all’identità personale devono essere riconosciuti ai bambini e ai ragazzi all’interno di tutte le formazioni sociali, che dovrebbero insieme guidare i minori nel percorso di crescita verso l’autonomia. Negli ultimi anni si è assistito, invece, ad una frantumazione dei legami tra le Istituzioni educative e ad un accentuarsi della distanza soprattutto tra le due principali, Famiglia e Scuola. Il loro rapporto costituisce oggi uno dei problemi più spinosi, come dimostra lo sviluppo esponenziale della conflittualità anche nelle aule giudiziarie.
Per indagare le ragioni di questa crisi relazionale e per tentare di tratteggiare una nuova architettura dei rapporti si è promossa una variegata ricerca multidisciplinare, non solo giuridica e pedagogica, ma anche sociologica e psicologica, attraverso approfondimenti teorici, ricerche empiriche, studi di caso e analisi storiche, che affrontano il tema sondandone, alla luce delle risorse normative e delle buone prassi, dimensioni locali, nazionali e anche internazionali.
In questa operazione scientifica e culturale il principio del “best interest of the child”, inteso dalla Convenzione di New York sui diritti del fanciullo e dalla giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo come sintesi e concretizzazione dei diritti inviolabili, si è rivelato un riferimento prezioso per realizzare l’alleanza educativa necessaria per la condivisione e la trasmissione dei valori costituzionali, fondati sulla dignità della persona, sulla solidarietà e sull’uguaglianza sostanziale. Oltre ad essere un argomento formidabile per la destinazione, non più rinviabile, di risorse economiche e misure di sostegno alla Scuola e alla formazione genitoriale.