ZigaForm version 6.1.2
Pubblicazione nuovo numero rivista "Me.Tis. Mondi educativi. Temi, indagini, suggestioni" sul tema "Storie dis-seminate e impliciti della storia collettiva" - Immagine

Pubblicazione nuovo numero rivista “Me.Tis. Mondi educativi. Temi, indagini, suggestioni” sul tema “Storie dis-seminate e impliciti della storia collettiva”

Pubblicazione nuovo numero rivista “Me.Tis. Mondi educativi. Temi, indagini, suggestioni” sul tema “Storie dis-seminate e impliciti della storia collettiva”

Su richiesta dei proff. Isabella Loiodice, Barbara De Serio e Giuseppe Annacontini, segnaliamo la pubblicazione del nuovo numero della rivista “Me.Tis. Mondi educativi. Temi, indagini, suggestioni” sul tema “Storie dis-seminate e impliciti della storia collettiva”.
Il presente numero parte da una considerazione di base: nessuna cultura o società può essere o vivere senza storie. In questa logica, conferire voce – critica e riflessiva – alle storie disseminate significa liberare spazi di nuova esperienza fatti salvi dall’ingombrante presenza di modelli, ideologie, linguaggi, tradizioni educative che possono comprimere e inibire la libera espressione del soggetto nel (e con il) mondo.
Avere memoria delle storie disseminate significa, dunque, non superare ma liberare la Storia, restituendo visibilità ai suoi dispositivi operanti implicitamente nelle sue pratiche quotidiane. La Storia non è dunque dimidiata dalle storie disseminate ma, all’esatto opposto, essa è “aperta” dalla pratica decostruttiva che esse sollecitano, mettendo in chiaro i dispositivi sottili e diffusi (parole, immagini, principi, sensibilità) che testimoniano la sua operatività talvolta emancipativa, tal’altra alienante della capacità di uomini e donne di aspirare al meglio.
I contributi raccolti nel su richiamato numero accompagnano il lettore nella scoperta di storie e narrazioni disseminate, per pensare e fare educazione, per promuovere e accompagnare quel difficile cammino di soggettivazione di uomini e donne la cui identità è nella costruzione di narrazioni e dialoghi infiniti con se stessi e il mondo materiale e immaginale, culturale e sociale, che ci circonda. Ospitiamo in questo numero un contributo di Angela Articoni, studiosa di letteratura dell’infanzia e Dottore di ricerca presso il Dipartimento di Studi umanistici dell’Università di Foggia, prematuramente scomparsa.
Per accedere alla rivista: http://www.metisjournal.it/index.php/metis/issue/view/20

Articoli correlati