Tutti i post con etichetta servizi educativi

Call for papers per “RIEF – Rivista Italiana di Educazione Familiare” sul tema “Quale formazione degli educatori per la gestione delle dinamiche relazionali e comunicative nei contesti familiari e nei servizi educativi territoriali?”

Categorie: Archivio Call
Commenti disabilitati su Call for papers per “RIEF – Rivista Italiana di Educazione Familiare” sul tema “Quale formazione degli educatori per la gestione delle dinamiche relazionali e comunicative nei contesti familiari e nei servizi educativi territoriali?”

Su richiesta dei proff. Clara Silva, Vanna Boffo e Chiara Biasin, segnaliamo la call for paper per la rivista “RIEF – Rivista Italiana di Educazione Familiare” sul tema “Quale formazione degli educatori per la gestione delle dinamiche relazionali e comunicative nei contesti familiari e nei servizi educativi territoriali?”.
Le dinamiche relazionali e comunicative formano il tessuto della vita comunitaria e sono una dimensione imprescindibile della relazione formativa. La pedagogia, in dialogo con le altre scienze umane e sociali, da tempo si è soffermata sui costrutti teorici, sui principi, sui metodi e sulle tecniche per la gestione della relazione e della comunicazione nei vari contesti educativi, formali e non formali, e in rapporto alle varie fasce d’età. Nella formazione degli educatori, in particolar modo negli ultimi anni, l’offerta formativa universitaria, recependo il sistema di descrittori dei risultati di apprendimento elaborato in sede europea, ha riservato uno specifico spazio all’acquisizione di conoscenze e competenze connesse alla sfera della relazione e della comunicazione. Tali conoscenze e competenze sono ritenute fondamentali per l’educatore affinché questi sia in grado di riconoscere e valorizzare le specificità dei soggetti coinvolti nella relazione educativa e di intervenire per facilitare le dinamiche relazionali e comunicative all’interno dei contesti e dei gruppi di lavoro. Tenuto conto che i contesti educativi sono in continuo divenire e che l’ambito dei servizi alla persona investe oggi l’intero ciclo della vita, la formazione degli educatori è chiamata a preparare professionalità educative capaci di confrontarsi con realtà assai differenziate e con bisogni diversi, espresse dai contesti scolastici, prescolastici, familiari e territoriali. Le indagini sulle competenze degli educatori in uscita del loro iter universitario evidenziano tuttavia già da qualche anno una debolezza circa i riferimenti culturali e valoriali che orientano le loro competenze pratico-operative e un più generale disallineamento tra ciò che essi dovrebbero sapere e ciò che hanno realmente appreso. Di qui l’interrogarsi sulle cause di questo fenomeno al fine di ripensare il syllabus come strumento che consenta la condivisione di percorsi didattici che perseguono un fine comune, ovvero quello di fornire agli educatori conoscenze e competenze in uscita ben ancorate a un quadro teorico robusto di riferimento e rispondenti alle esigenze delle famiglie professionali specifiche dell’ambito dell’educazione e della formazione. La call sollecita contributi di ricerca, nazionali e internazionali di taglio teorico, empirico ma anche storico e comparativo sui seguenti temi:

  1. teorie e metodologie per la gestione della relazione e della comunicazione nei contesti educativi territoriali con attenzione alla sfera della famiglia;
  2. progettazione di interventi per la gestione della relazione e della comunicazione all’interno di gruppi di lavoro in contesti educativi e formativi;
  3. esperienze di valorizzazione della dimensione relazionale e comunicativa all’interno del syllabus per la formazione degli educatori nei corsi di studio L-19;
  4. fondamenti epistemologici delle conoscenze e competenze relazionali e comunicative in funzione della formazione dei formatori.

Guest Editors: Chiara Biasin (Università di Padova), Vanna Boffo (Università di Firenze), Clara Silva (Università di Firenze).
Per maggiori informazioni: http://www.fupress.net/index.php/rief

Call