Tutti i post in Call

Call for abstract seminario di studi “Nel solco di Emi Rinaldini (1922-1945). Dalla scuola di Vittorino Chizzolini ad exemplum per le nascenti vocazioni magistrali”

Categorie: 2021, Call, News
Commenti disabilitati su Call for abstract seminario di studi “Nel solco di Emi Rinaldini (1922-1945). Dalla scuola di Vittorino Chizzolini ad exemplum per le nascenti vocazioni magistrali”
Call for abstract seminario di studi "Nel solco di Emi Rinaldini (1922-1945). Dalla scuola di Vittorino Chizzolini ad exemplum per le nascenti vocazioni magistrali"

Su richiesta del prof. Bertagna Giuseppe, segnaliamo la call for abstract per il seminario di studi “Nel solco di Emi Rinaldini (1922-1945). Dalla scuola di Vittorino Chizzolini ad exemplum per le nascenti vocazioni magistrali”.
In occasione della ricorrenza del primo centenario dalla nascita di Emi (Emiliano) Rinaldini, avvenuta a Brescia il 19.01.1922, la Fondazione “Giuseppe Tovini” di Brescia, in collaborazione con la Famiglia Universitaria “Bevilacqua-Rinaldini”, intende proporre una call for abstract per un seminario nazionale di studi, previsto il 24 maggio 2022, nel XXXVIII anniversario dalla scomparsa di Vittorino Chizzolini (1907-1984).
L’evento sarà finalizzato alla ricostruzione del profilo umano, spirituale, culturale, civile di Rinaldini nel contesto locale e nazionale del Ventennio fascista, allo scopo di mettere in mostra come, nella sua breve vita, l’incontro con Vittorino Chizzolini e con il suo apostolato educativo lo spinsero a diventare un giovane maestro impegnato in una scuola elementare concepita come scuola del popolo, attento a promuovere la centralità della relazione educativa e a farsi, in prima persona, protagonista di un continuo processo di ascesa pedagogica con i propri allievi.
Inoltre, lo studio della figura di Emi Rinaldini nella molteplicità delle sue sfaccettature dovrebbe favorire una prima ricognizione del terreno di coltura in cui Vittorino Chizzolini fece sbocciare, dall’anno scolastico 1957-58, la Famiglia Fraterna “Rinaldini” per studenti delle scuole medie e degli istituti magistrali e, dal 1965, la Famiglia Universitaria “Bevilacqua”, oggi entrambe riunite nella Famiglia Universitaria “Bevilacqua-Rinaldini”. Si tratta di due realtà fortemente volute da Chizzolini a custodia delle nascenti vocazioni magistrali e, più in generale, intellettuali dei giovani ospiti, nel solco dell’exemplum incarnato da Emi.
Gli abstract, della lunghezza massima di 2.000 battute, dovranno essere redatti in formato word e corredati dei seguenti dati: titolo dell’intervento in italiano e in inglese, nome e cognome dell’autore, affiliazione accademica/istituzionale, indirizzo di posta elettronica, cinque parole chiave in lingua italiana. Andranno inviati entro il 21.12.2021 all’indirizzo di posta elettronica della Fondazione “Giuseppe Tovini” ([email protected]). Saranno sottoposti ad un referaggio a cura del Comitato scientifico del seminario nazionale, i cui membri afferiranno al Gruppo di Lavoro “Prof. Vittorino Chizzolini” e alle Edizioni Studium.
Le proposte migliori verranno presentate nel corso del seminario del 24.05.2022 e, successivamente, pubblicate dalle Edizioni Studium in un apposito volume che seguirà la giornata di studi. Per maggiori informazioni, è possibile contattare l’indirizzo di posta elettronica: [email protected].
Per accedere alla rivista: http://www.fondazionetovini.it

Call

Call for papers rivista “Italian Journal of Health Education, Sport and Inclusive Didactic” sul tema “Multi-sensorialità fra neuroscienze educative e pratiche didattiche”

Categorie: 2021, Call, News
Commenti disabilitati su Call for papers rivista “Italian Journal of Health Education, Sport and Inclusive Didactic” sul tema “Multi-sensorialità fra neuroscienze educative e pratiche didattiche”
Call for papers rivista "Italian Journal of Health Education, Sport and Inclusive Didactic" sul tema "Multi-sensorialità fra neuroscienze educative e pratiche didattiche"

Su richiesta del prof. Francesco Peluso Cassese, segnaliamo la call for papers della rivista “Italian Journal of Health Education, Sport and Inclusive Didactic” sul tema “Multi-sensorialità fra neuroscienze educative e pratiche didattiche”.
Le interazioni tra soggetto e ambiente sono state messe in evidenza già negli anni ’60, dalla psicologia ecologica di Gibson e spiegate attraverso la teoria dei sistemi dinamici. La teoria si basa su tre costrutti:

  • la percezione non richiede rappresentazioni mentali, dunque è diretta;
  • la percezione serve per guidare l’azione, e non per la raccolta di informazioni non pertinenti all’azione;
  • l’ambiente deve offrire informazioni sufficienti per guidare la condotta.

Questa idea porta alla formulazione del concetto di “affordance”, un punto focale dell’Embodied Cognition in cui il lavoro di Gibson trova un riscatto proprio in seguito alla crisi della scienza cognitiva classica (Caruana, Borghi, 2013; Gomez 2020).
Gli obiettivi della call dunque sono molteplici:

  • giungere ad una comprensione teorica dei meccanismi neurali sottostanti e investigare come le proprietà di integrazione multisensoriale possano essere acquisite e maturino durante lo sviluppo attraverso l’influenza dall’esperienza sensoriale a cui il soggetto viene sottoposto;
  • comprendere come tali modelli possano essere utilizzati per analizzare il ruolo della percezione multisensoriale in processi di decision-making, come la causal inference e in training riabilitativi sviluppati per compensare la perdita di specifiche capacità percettive;
  • sviluppare approcci educativi e modelli didattici differenziati in base alle peculiarità dell’utenza.

Invio articolo completo dal 16.07.2021 al 20.08.2021.
Esiti del referaggio entro il 10.09.2021.
Pubblicazione articoli entro il 24.09.2021.
Per accedere alla rivista: https://ojs.gsdjournal.it/index.php/gsdj

Call

Call for papers rivista “Excellence and Innovation in Learning and Teaching. Research and Practices” sul tema “La formazione iniziale e continua nell’educazione, nella formazione e nell’istruzione: modelli formativi, pratiche didattiche e strategie di valutazione”

Categorie: 2021, Call, News
Commenti disabilitati su Call for papers rivista “Excellence and Innovation in Learning and Teaching. Research and Practices” sul tema “La formazione iniziale e continua nell’educazione, nella formazione e nell’istruzione: modelli formativi, pratiche didattiche e strategie di valutazione”
Call for papers rivista "Excellence and Innovation in Learning and Teaching. Research and Practices" sul tema "La formazione iniziale e continua nell'educazione, nella formazione e nell'istruzione: modelli formativi, pratiche didattiche e strategie di valutazione" - Call

Su richiesta del prof. Ettore Felisatti, segnaliamo la call for papers della rivista “Excellence and Innovation in Learning and Teaching. Research and Practices” sul tema “La formazione iniziale e continua nell’educazione, nella formazione e nell’istruzione: modelli formativi, pratiche didattiche e strategie di valutazione”.
La complessità sociale e le nuove sfide culturali in cui ci troviamo a vivere consolidano un crescente bisogno educativo e formativo a molteplici livelli. La formazione si propone oggi come il dispositivo principe più idoneo ad interpretare, comprendere e facilitare i processi di adattamento creativo, di crescita e di sviluppo dei singoli, dei gruppi e delle comunità lungo tutto il corso della vita. Le figure che operano in ambito educativo, formativo e dell’istruzione si trovano ad accogliere la sfida del cambiamento incessante, con la conseguente necessità di disporre di opportunità di formazione, iniziale, continua e permanente che puntino ad una preparazione professionale solida e al tempo stesso adattabile al permanere dei livelli di variabilità. In questo contesto la riflessione porta a considerare il valore delle teorie e delle pratiche in ordine alla pedagogia, alla formazione e alla didattica.
La revisione di modelli tradizionali con l’identificazione, la messa a punto e la formalizzazione di approcci formativi, azioni didattiche, strategie di intervento, metodologie di intervento e di valutazione nuove, è un fattore indispensabile da conseguire e richiede elaborazioni prospettiche capaci di coniugare efficacia, efficienza ed innovazione in forma permanente e dinamica. A questo si correlano le logiche di comunità e di sviluppo professionale all’interno di modelli di learning organization nei contesti dell’educazione, della formazione e dell’istruzione, che sappiano intercettare le dimensioni dell’esperienza, della riflessività e dell’intervento trasformativo.
La call si propone come un’occasione di confronto e condivisione di ricerche ed esperienze che sappiano valorizzare una prospettiva da un lato consolidata e dall’altro innovativa e potenzialmente in forte crescita nel campo della scuola e in particolare dell’Università, dove la valorizzazione della docenza e una nuova professionalità didattica procedono verso la realizzazione di pratiche di Faculty development per costruire competenze e approcci rivolti all’innovazione e al miglioramento costante delle esperienze e della qualità della formazione. Sarà possibile inviare i propri contributi entro il 30.09.2021.

Call

Pubblicazione numero rivista “Annali online della Didattica e della Formazione Docente” e call for abstract

Categorie: 2021, Call, News
Commenti disabilitati su Pubblicazione numero rivista “Annali online della Didattica e della Formazione Docente” e call for abstract
Pubblicazione numero rivista "Annali online della Didattica e della Formazione Docente" e call for abstract - Copertina

Su richiesta della prof.ssa Elena Marescotti, segnaliamo la pubblicazione del numero 21/2021 della rivista “Annali online della Didattica e della Formazione Docente” sul tema “La formazione dei docenti come percorso di ricerca. Approcci e modelli innovativi” e la nuova call for abstract.
Il nuovo numero della rivista consta di un dossier monografico, a cura di Filippo Gomez Paloma, sul tema “La formazione dei docenti come percorso di ricerca. Approcci e modelli innovativi” e di una sezione miscellanea, a cura di Elena Marescotti, che raccoglie saggi sui temi della didattica, della scuola, della professionalità docente, nelle loro molteplici articolazioni e declinazioni teoriche, storiche, legislative, operative, in prospettiva pedagogica e/o interdisciplinare, dedicando anche particolare attenzione alle implicazioni che la pandemia da Covid-19 ha ingenerato nell’universo educativo.
Si comunica che, entro il mese di dicembre 2021, sarà pubblicato il numero 22/2021 che potrà ospitare una sezione miscellanea (indicativamente di una decina di articoli). Gli autori/Le autrici interessati/e possono inviare la loro proposta via e-mail direttamente alla Direzione della rivista (al recapito: [email protected]), allegando titolo dell’articolo, un long abstract (di massimo 3000 battute) e un breve profilo bio-bibliografico, entro il 26.07.2021. La Redazione provvederà ad una valutazione e selezione delle proposte, comunicandone l’accettazione/rifiuto agli autori/alle autrici entro il 10.08.2021. In caso di accettazione, l’autore/l’autrice dovrà far pervenire l’articolo completo, redatto nel rispetto scrupoloso delle linee guida editoriali che verranno inviate – pena l’esclusione dalla pubblicazione – entro e non oltre il 30.09.2021.
La Redazione, infine, accoglie Recensioni (indicativamente di 5.000-10.000 battute) di volumi recentemente pubblicati che, per il fascicolo di dicembre, potranno pervenire entro il 30.11.2021. La lunghezza degli articoli dovrà essere compresa, indicativamente, tra un minimo di 25.000 e un massimo di 45.000 battute (spazi, note e riferimenti bibliografici inclusi). Gli articoli e le recensioni potranno essere in lingua italiana, lingua inglese, lingua francese, lingua spagnola.
Per maggiori informazioni: http://annali.unife.it/adfd/index

Call for papers rivista “Health Care Education in Practice” sul tema “Disagio Mentale e Stigma. Quali riflessioni educative, formative e cliniche possono emergere dopo la pandemia?”

Categorie: 2021, Call, News
Commenti disabilitati su Call for papers rivista “Health Care Education in Practice” sul tema “Disagio Mentale e Stigma. Quali riflessioni educative, formative e cliniche possono emergere dopo la pandemia?”
Call for papers rivista "Health Care Education in Practice" sul tema "Disagio Mentale e Stigma. Quali riflessioni educative, formative e cliniche possono emergere dopo la pandemia?" - Copertina

Su richiesta delle prof.sse Cristina Palmieri, Lucia Zannini e Maria Benedetta Gambacorti Passerini, segnaliamo la call for papers della rivista “Health Care Education in Practice” sul tema “Disagio Mentale e Stigma. Quali riflessioni educative, formative e cliniche possono emergere dopo la pandemia?”.
A partire da febbraio 2020, la quotidianità di ognuno di noi è stata improvvisamente e drasticamente interrotta da cambiamenti tanto imprevisti quanto pervasivi a seguito della diffusione del virus SARS-CoV-2 e della successiva emergenza sanitaria che esso ha scatenato. La pandemia, mettendo in rilevo l’esistenza di virus capaci di minare alle fondamenta ogni nostra certezza e rendendo vivida la percezione della nostra finitezza umana, ha di fatto messo in discussione il benessere, la tranquillità e la salute mentale di ogni persona. Parallelamente ha, purtroppo, esposto ad ulteriori esacerbazioni tutti coloro che soffrivano di un disagio psicologico pregresso. A questo si aggiunga che i reparti di diagnosi e cura, le attività ambulatoriali, i DH psichiatrici, i centri diurni e le comunità residenziali si sono trovati costretti ad attuare il rispetto alle misure di contenimento dell’emergenza, con compromissione parziale o totale della loro efficacia di servizio. Questi avvenimenti sono forse identificabili come concause dell’aumento di forme e manifestazioni di disagio registrate anche, le più gravi, dalla cronaca nera più recente.
Peraltro, a seguito di ciò, sono emersi nell’opinione pubblica e nel mondo sanitario molti pensieri e riflessioni, ma anche molte critiche indirizzate perfino ai presupposti stessi del nostro sistema di salute mentale, legato fortemente all’opera di Franco Basaglia e del suo gruppo di lavoro e all’idea fondante del rispetto per la dignità umana e della possibilità di riabilitazione (recovery) della persona portatrice di un disagio psichico. La call di novembre 2021 della rivista Health Care Education in Practice, vuole focalizzarsi su di un interrogativo ben preciso: perché una pandemia, per quanto grave possa essere stata, ha potuto da una parte scardinare l’efficacia dei servizi e dall’altra mettere in dubbio per l’ennesima volta un sistema di cura che vede nel malato di mente una persona e non un pericolo? Una chiave di possibile interpretazione di tale questione sembra identificabile con il concetto di stigma sociale, assegnato al malato mentale e difficile da rimuovere. Tuttavia, essendo lo stigma – sociale o interiorizzato – un prodotto culturale esso è, come tale, oggetto di cambiamento e quindi affrontabile attraverso processi di tipo educativo e formativo.
Queste direzioni di pensiero interrogano fortemente il sapere e le pratiche dei professionisti dell’educazione e della sanità che, all’interno dell’area della salute mentale, tanto e sempre più sembrano essere chiamati ad una sinergia di pensiero e azione per prendersi cura di un disagio non focalizzato solamente sul carattere patologico della malattia, ma sul legame esistenziale che intercorre tra la vita e la salute della mente. La call si rivolge a tutti gli studiosi di ambito pedagogico e sanitario ed è finalizzata a raccogliere contributi sui temi delineati che appartengano ad una delle seguenti categorie:

  • contributi teorici
  • ricerche di natura qualitativa o quantitativa, indagini sperimentali o osservazionali
  • esperienze educative o cliniche di natura pratico procedurale.

La dead line per la consegna dei contributi è fissata per il 10.10.2021.
Per maggiori informazioni: https://jhce.padovauniversitypress.it

Call for papers rivista “Italian Journal of Special Education” sul tema “I vettori dei processi inclusivi. Territori, reti e connessioni”

Categorie: 2021, Call, News
Commenti disabilitati su Call for papers rivista “Italian Journal of Special Education” sul tema “I vettori dei processi inclusivi. Territori, reti e connessioni”
Call for papers rivista "Italian Journal of Special Education" sul tema "I vettori dei processi inclusivi. Territori, reti e connessioni" - Call

Su richiesta della prof.ssa Stefania Pinnelli, segnaliamo la call for papers della rivista “Italian Journal of Special Education” sul tema “I vettori dei processi inclusivi. Territori, reti e connessioni”.
La call guarda ai processi inclusivi quali azioni sistemiche di interconnessioni culturali. L’educazione inclusiva, infatti, trova terreno fertile nei Servizi alla persona che sono i vettori di cambiamento inclusivo, posti accanto alla scuola e nella medesima direzione di essa per procedere verso la promozione dello sviluppo umano e avendo a cuore il bene comune in una prospettiva di lifelong learning. Le cooperative sociali italiane, a trent’anni dalla legge 381 dell’8 novembre 1991 che le ha istituite, le opportunità culturali di prossimità, i servizi di sostegno alla persona, le iniziative di progettazione universale di ambienti fisici e virtuali di comunicazione e interazione, gli effetti, positivi e negativi, che la pandemia ha prodotto nell’organizzazione di azioni volte a promuovere l’inclusione, la regolamentazione di precipue figure professionali (DM 205/2017), costituiscono lo sfondo integratore di riflessione che questa call intende sostenere e valorizzare, nella consapevolezza che la complessità si abita con azioni sistemiche. È per questo che la rivista dedica un numero monografico volto a raccogliere riflessioni in forma di contributi su ricerche e pratiche, a livello nazionale e/o internazionale, che evidenzino le continuità e le discontinuità che si sono susseguite in questi anni, per far emergere le peculiarità, i vincoli e le possibilità di sostanziare l’inclusione nella rete di servizi, istituzioni e territori.
Il termine per l’invio delle proposte è il 15.09.2021
Per maggiori informazioni: https://ojs.pensamultimedia.it/index.php/sipes/announcement/view/34

Call

Call scholarship “Comprensione dei diritti umani e dell’uguaglianza sociale da parte dei giovani in Europa”

Categorie: 2021, Call, News
Commenti disabilitati su Call scholarship “Comprensione dei diritti umani e dell’uguaglianza sociale da parte dei giovani in Europa”
Call scholarship "Comprensione dei diritti umani e dell'uguaglianza sociale da parte dei giovani in Europa"

Su richiesta della prof.ssa Sandra Chistolini, segnaliamo la call scholarship a Londra “Comprensione dei diritti umani e dell’uguaglianza sociale da parte dei giovani in Europa”.
La London Metropolitan University offre una borsa di dottorato di ricerca per condurre uno studio approfondito sulla comprensione dei diritti umani e dell’uguaglianza sociale tra i giovani europei. La candidatura va presentata rispondendo, entro il 20.07.2021, alla Call “Young peoples’ understanding of human rights, with particular reference to race equity”. Il campione di indagine è selezionato dal team di ricerca e viene esaminato con riferimento agli aspetti relativi alla dignità umana, all’uguaglianza e alla diversità, con particolare attenzione ai migranti, ai richiedenti asilo e ai rifugiati. La definizione dei diritti è ripresa dalla Carta Europea dei Diritti Umani anche se la specificità dei contenuti sui diritti non è considerata esclusivamente europea.
La ricerca avrà un carattere prevalentemente qualitativo, senza escludere un trattamento quantitativo dei dati. I “giovani” ai quali si rivolge lo studio sono in età compresa tra i 10 e i 25 anni, residenti nell’Unione europea, nel Regno Unito e in Irlanda. Nel presentare la candidatura per la borsa di dottorato si consiglia di evidenziare il valore del proprio contributo inteso all’avanzamento della strategia sulla eguaglianza sociale o Race Equity Strategy sostenuta nella dichiarazione di Equità e Valori della London Metropolitan University, come documentato nel sito https://www.londonmet.ac.uk/about/our-university/university-publications/race-equity-strategic-plan/.
Il progetto può essere collegato alla rete Jean Monnet “Citizenship Education in the Context of European Values” (2021 – 2024/5) di cui la London Metropolitan University è un’istituzione partner. L’Università degli Studi Roma Tre, Dipartimento di Scienze della Formazione, è anche partner nel progetto Jean Monnet. Per informazioni ci si può rivolgere alla prof.ssa Sandra Chistolini coordinatrice del team italiano.
per maggiori informazioni: https://www.londonmet.ac.uk/applying/funding-your-studies/scholarships/the-vice-chancellors-postgraduate-pgr-scholarships/

Call

Call for papers rivista “Education Sciences & Society” dal titolo “Valutazione, feedback, equità: una sfida per la didattica”

Categorie: 2021, Call, News
Commenti disabilitati su Call for papers rivista “Education Sciences & Society” dal titolo “Valutazione, feedback, equità: una sfida per la didattica”
Call for papers rivista "Education Sciences & Society" dal titolo "Valutazione, feedback, equità: una sfida per la didattica" - Call

Su richiesta della prof.ssa Lorella Giannandrea, segnaliamo la call for papers della rivista “Education Sciences & Society” dal titolo “Valutazione, feedback, equità: una sfida per la didattica”.
È aperta la Call for Papers per il prossimo numero della rivista Education Sciences & Society dal titolo “Valutazione, feedback, equità: una sfida per la didattica”, con scadenza per l’invio dei contributi (in italiano, inglese, francese) il 31.08.2021. La ricerca educativa ha esplorato negli ultimi anni nuovi territori nell’ambito della valutazione concentrando l’attenzione sulla relazione tra valutazione, progettazione didattica e apprendimento e, soprattutto, sulla responsabilità, sulla democrazia e sull’equità (Ibarra-Sàiz et al., 2020). Se precedentemente la ricerca si era focalizzata su aspetti più tecnici e più legati al processo e alle prove, come la validità e l’attendibilità, le ricerche più recenti sono più attente al ruolo e all’impatto della valutazione sul soggetto e sulla società. In tale ottica si muovono l’assessment for learning (Black & Wiliam, 1998; Sambell et al. 2013), il learning oriented assessment (Carless, 2015), il sustainable assessment (Boud & Soler, 2016), l’assessment as learning (Dann, 2014; Earl, 2013). Nei nuovi modelli gli studenti hanno un ruolo più responsabile e partecipativo. Vengono offerte opportunità perché possano sviluppare approcci critici e creativi che li mettano in grado di attivare anche processi autovalutativi (Boud et al., 2018).
La riflessione sulla valutazione è parallela a quella sul feedback, non più visto solo come comunicazione dell’esito della prova, ma come riflessione sul processo e sulla capacità dello studente di costruire strategie e risposte coerenti. È un percorso interattivo e ricorsivo che prevede un continuo rimando tra studente e docente. Se cambiano le finalità della valutazione e del feedback vanno ripensate anche le pratiche, sperimentando una differente sinergia tra fini e mezzi e nuove modalità di azione che modificano i contesti e l’azione didattica. Parallela è la riflessione sul supporto che possono dare le tecnologie: spesso la possibilità stessa di valutare e fornire un feedback in tempo reale è data solo dal digitale.
Il numero della rivista è orientato a riflettere sulle prospettive in cui si muove la ricerca nel campo della valutazione e del feedback in diversi ambiti, scolastici, accademici e della formazione in azienda e affronterà le seguenti tematiche:

  • Riflessioni e analisi teoriche sulla valutazione e sul feedback nella prospettiva della responsabilità, della democrazia e dell’equità
  • La presentazione di percorsi valutativi e di feedback innovativi realizzati anche con supporto delle tecnologie
  • Ricerche sul feedback nell’educazione degli adulti e nello sviluppo professionale
  • Effetti sugli studenti della valutazione autentica e dell’utilizzo del feedback, anche in un’ottica di pari opportunità e di inclusione

Si riportano di seguito le principali scadenze:

  • Manuscripts due: August 31, 2021
  • Review Results: September 30, 2021
  • Revision due: October 30, 2021
  • The issue will be published in December 2021

Link per la call: https://journals.francoangeli.it/index.php/ess/announcement/view/38

Call

Call for papers del convegno “Passages, Transferts, Trajectoires en Éducation” – “Passages, Transfers, Trajectories in Education”

Categorie: Call
Commenti disabilitati su Call for papers del convegno “Passages, Transferts, Trajectoires en Éducation” – “Passages, Transfers, Trajectories in Education”

Su richiesta del Prof. Letterio Todaro, segnaliamo la call for papers del convegno “Passages, Transferts, Trajectoires en Éducation” – “Passages, Transfers, Trajectories in Education”.
Il convegno si svolgerà dal 24.06.2019 al 25.06.2019 a Ginevra, presso presso l’Uni-Mail – Università di Ginevra.
La scadenza per la presentazione delle proposte è fissata per il 30.09.2018.
Per ulteriori informazioni: https://www.unige.ch/archives/aijjr/activitesscientifiques/colloque-atrhe-2019/.

Call

Pubblicazione nuovo numero e apertura nuove call rivista “MeTis. Mondi educativi. Temi, indagini, suggestioni”

Categorie: Call
Commenti disabilitati su Pubblicazione nuovo numero e apertura nuove call rivista “MeTis. Mondi educativi. Temi, indagini, suggestioni”

Su richiesta dei Proff. Isabella Loiodice, Giuseppe Annacontini, segnaliamo la Pubblicazione nuovo numero e apertura nuove call rivista “MeTis. Mondi educativi. Temi, indagini, suggestioni” dal titolo “L’umanità sottovoce. Teorie e pratiche del dono”.
Contemporaneamente si avvisa dell’apertura di due nuove call rispettivamente intitolate:
– “Saperi formali e saperi della pratica” – chiusura il 30.10.2018
– “Pàthei màthos, ovvero progettare saggezza oltre la conoscenza” – chiusura il 30.04.2019
Tutti gli articoli e i testi integrali delle call sono consultabili al nuovo indirizzo: http://www.metisjournal.it.