ZigaForm version 6.1.2
Seminario "Phoenix. Un nuovo tipo di "rinascita" per donne e bambine/i che vivono in condizioni di emarginazione" - 22 marzo, Firenze

Seminario “Phoenix. Un nuovo tipo di “rinascita” per donne e bambine/i che vivono in condizioni di emarginazione” – 22 marzo, Firenze

Seminario “Phoenix. Un nuovo tipo di “rinascita” per donne e bambine/i che vivono in condizioni di emarginazione” – 22 marzo, Firenze

Su richiesta della prof.ssa Clara Maria Silva, segnaliamo il Seminario “Phoenix. Un nuovo tipo di “rinascita” per donne e bambine/i che vivono in condizioni di emarginazione”.
Il Seminario, promosso nell’ambito del Progetto PRIN-PNNR Phoenix, si terrà il 22.03.2024 dalle ore 09.30 alle ore 17.30 in presenza presso Dipartimento FORLILPSI dell’Università degli Studi di Firenze (Via Laura 48, Firenze) e in streaming tramite piattaforma Google Meet (https://meet.google.com/ogk-tiqz-mpp).
Con la finalità di proporre un modello di rete di servizi finalizzato all’accompagnamento e al sostegno di madri e bambini che vivono in situazioni di estrema marginalità e a rischio di violenza, il Progetto Phoenix interviene trasversalmente sulle politiche a supporto delle donne e delle madri migranti relative a due priorità – il genere e l’infanzia, per fornire: 1. percorsi di reinserimento sociale e lavorativo, prestando particolare attenzione all’auto imprenditorialità e alle capacità di auto-imprenditorialità; 2. percorsi volti a favorire una genitorialità responsiva.
Gli obiettivi del progetto prevedono:

  • il rafforzamento della rete istituzionale e socio- assistenziale nazionale e territoriale a sostegno delle donne e delle madri migranti in condizioni di vulnerabilità, in modo da favorire la sostenibilità e la loro fiducia nelle politiche socio-assistenziali come fattori protettivi per promozione della resilienza personale, familiare e socio-sistemica;
  • la promozione del reinserimento lavorativo favorendo percorsi di upskilling e reskilling per gli/le operatori/trici, con un’attenzione specifica alle competenze digitali attraverso il coinvolgimento di stakeholder pubblici e privati, in modo da offrire alle donne destinatarie degli interventi adeguate opportunità di riqualificazione professionalmente, oltre la mera logica assistenzialista;
  • la promozione di forme di genitorialità responsiva nell’interesse dei minori, incoraggiando le madri ad avere fiducia in sé stesse e nelle proprie capacità e competenze.

Locandina

Articoli correlati