Tutti i post con etichetta devianza

Presentazione dei volumi “Libertà marginali” e “Bambini e ragazzi tra bande e paranze” – 7 novembre, Brescia

Categorie: Archivio Presentazione Volumi
Commenti disabilitati su Presentazione dei volumi “Libertà marginali” e “Bambini e ragazzi tra bande e paranze” – 7 novembre, Brescia

Su richiesta del Prof. Domenico Simeone, segnaliamo la presentazione dei volumi “Libertà marginali” e “Bambini e ragazzi tra bande e paranze”.
La presentazione si terrà in data 07.11.2019 dalle ore 15.30 alle ore 17.00 a Brescia, presso la Sala della Gloria, dell’Università Cattolica del Sacro Cuore (via Trieste, 17).
Verranno presentati i volumi F. Sabatano, G. Pagano (a cura di), “Libertà marginali. La sfida educativa tra devianza, delinquenza e sistema camorristico”, Guerini, Milano 2019 e L. Acone, “Bambini e ragazzi tra bande e paranze. Pedagogia della narrazione e Sud dell’infanzia”, Pensa Multimedia, Lecce-Rovato 2018.

Locandina

Presentazione volume “Bambini e ragazzi tra bande e paranze” – 10 maggio, Napoli

Categorie: Archivio Presentazione Volumi
Commenti disabilitati su Presentazione volume “Bambini e ragazzi tra bande e paranze” – 10 maggio, Napoli

Su richiesta dei Proff. Leonardo Acone e Maria Luisa Iavarone, segnaliamo la presentazione del volume “Bambini e ragazzi tra bande e paranze” di Leonardo Acone.
La presentazione del volume, introdotto da Maria Luisa Iavarone e Luisa Varriale Co-direttrici del Master “Esperto in educazione motoria e sportiva per l’inclusione sociale e la prevenzione del rischio”, si terrà in data 10.05.2019 dalle ore 17.00 a Napoli, presso la Sala Consiliare dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope” (via Acton, 38).
Se ne discute con Luigi Caramiello, Sociologo culturalista Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Cesare Moreno, Presidente “Maestri di Strada” Onlus, Giacomo Di Gennaro, Direttore del Master in Criminologia e diritto penale dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Conclude Paola Briganti.
Il volume esamina emblematiche rappresentazioni dell’infanzia riferibili al difficile contesto del meridione d’Italia, luogo dove sembra più urgente la necessità di riconfigurare l’orizzonte valoriale delle giovani generazioni. Bambini e ragazzi che troppo spesso deviano in sprezzo di norme e legalità, rifiuto dello Stato e della legge, fino alla deriva verso una sorta di realtà smarrita e alternativa che inghiotte storie e coscienze, anime e infanzie, tra delinquenza, immoralità e malavita.
Lo sguardo pedagogico prende in analisi, quindi, l’infanzia ‘narrata’ come paradigma dell’interruzione di senso attraverso storie che diventano amaro resoconto di uno spaccato del nostro violento vivere quotidiano. Il saggio richiama con forza ad un maggiore senso di responsabilità nei confronti di generazioni fanciulle che non dovremmo mai più lasciare alla mercé di bande e paranze.

Locandina