Convegno "L'educazione al civismo nella società contemporanea. Prospettive partecipazione intercultura" - Locandina

Convegno “L’educazione al civismo nella società contemporanea. Prospettive partecipazione intercultura” – 19 maggio, Catania

Convegno “L’educazione al civismo nella società contemporanea. Prospettive partecipazione intercultura” – 19 maggio, Catania

Su richiesta del prof. Alessio Annino, segnaliamo il Convegno “L’educazione al civismo nella società contemporanea. Prospettive partecipazione intercultura”.
Il convegno, organizzato dal Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Catania, si svolgerà in data 19.05.2022 dalle 14.30 presso l’Aula Magna del Palazzo “Pedagaggi” dell’Università degli Studi di Catania (Via Vittorio Emanuele II 49, Catania).
Il convegno è un’occasione per confrontarsi con studiosi, docenti e rappresentanti delle Istituzioni e riflettere sulla partecipazione in prima persona alla cittadinanza, per superare ostacoli che traggono origine dalla nostra stessa coscienza, prima che dalle indubbie difficoltà contingenti. Riuscire a gestire questi fattori, rappresenterà la vera sfida dell’educazione e della democrazia. La moderna accezione della cittadinanza dovrebbe essere una fusione di più elementi, affinché possa esprimere il ventaglio ampio delle educazioni dell’individuo come essere sociale: cioè l’educazione alla pace, alla convivialità, alla gestione dei conflitti, alla cultura della valorizzazione delle differenze e del dialogo, al patrimonio culturale, allo sviluppo sostenibile, alla salute, come finalità e conseguenza naturale di ogni singola conoscenza disciplinare.
Le riflessioni delle scienze pedagogiche, portano ormai a dare per assodato come i processi realmente educativi in epoca di complessità debbano fornire ai discenti gli strumenti per decifrare ed interpretare la realtà nella maniera più obiettiva ed appropriata, e in questa prospettiva la pedagogia critica per l’emancipazione ha il compito di orientare le menti al pensiero critico e all’autonomia di ragionamento. Emerge, in sostanza, la necessità di una vera e profonda educazione alla cittadinanza che consideri non soltanto le dimensioni economiche e sociali, ma che sostenga e riprogetti continuamente anche gli approcci alla cosa pubblica, alle disuguaglianze culturali e religiose, per una piena partecipazione ai diritti civili e politici.
In questo contesto, si sostiene segnatamente che relativismo culturale e pensiero transitivo siano, quindi, i concetti fondamentali per raggiungere un reale scambio culturale, una profonda interiorizzazione dei valori condivisi per una reale integrazione, per avvicinarsi ed accogliere il diverso, l’altro, pur nel rispetto delle reciproche differenze e specificità.

Locandina

Articoli correlati