ZigaForm version 6.1.2
Webinar "Dare corpo ai diritti. L'arte e la letteratura come pratiche di liberazione" del Ciclo di Webinar "Coltivare il dissenso. Voci dalla rivoluzione" - 8 maggio, Roma - Locandina

Webinar “Dare corpo ai diritti. L’arte e la letteratura come pratiche di liberazione” del Ciclo di Webinar “Coltivare il dissenso. Voci dalla rivoluzione” – 8 maggio, Roma

Webinar “Dare corpo ai diritti. L’arte e la letteratura come pratiche di liberazione” del Ciclo di Webinar “Coltivare il dissenso. Voci dalla rivoluzione” – 8 maggio, Roma

Su richiesta delle prof.sse Stillo Lisa e Chiara Meta, segnaliamo il Webinar “Dare corpo ai diritti. L’arte e la letteratura come pratiche di liberazione” del Ciclo di Webinar “Coltivare il dissenso. Voci dalla rivoluzione”.
Il Ciclo di Webinar “Coltivare il dissenso. Voci dalla rivoluzione”, condotto dalle Università di Foggia, Bologna, Enna “Kore”, Milano-Bicocca e Roma Tre, e patrocinato dal Gruppo di Lavoro SIPed “Intersezioni pedagogiche. Sessi, generi, sessualità”, si terrà l’08.05.2024 dalle ore 14.00 alle 16.00 in presenza presso l’Aula 4 del polo didattico del Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Roma Tre (Via Principe Amedeo 182-184, Roma) e in streaming tramite piattaforma Microsoft Teams (clicca qui).
Il webinar si pone come momento di dialogo e confronto con Zahra Toufigh (giurista e attivista) Helia Hamedani (studiosa e storica d’arte) e Leila Karami (docente universitaria esperta di studi di genere) per restituire spazio e complessità ai fenomeni in atto e alle lotte per i diritti condotte ormai da anni in Iran e in tutto il Medio Oriente. L’evento si svolgerà in presenza e a distanza ed è aperto alla partecipazione di tutta la cittadinanza.
Il Ciclo di Webinar è organizzato in sostegno alla lotta delle donne iraniane e più in generale a supporto delle numerose battaglie per i diritti attualmente in corso in tutto il mondo. Dopo i numerosi e terribili fatti di Teheran, tra cui la morte di Masha Amini nel settembre 2022, si è percepita la necessità di affrontare in modo organico e complesso i fatti che riguardano da vicino le condizioni vissute in Iran per sostenere in modo particolare le donne nella loro battaglia per la libertà.

Locandina

Articoli correlati