Seminario “Costruttori di Libri. Conversazioni in pubblico sulla letteratura per l’infanzia contemporanea” – 15 novembre, Cinisello Balsamo (Milano)

Su richiesta del Prof. Martino Negri, segnaliamo il seminario “Costruttori di Libri. Conversazioni in pubblico sulla letteratura per l’infanzia contemporanea”.
Il seminario si svolgerà in data 15.11.2018 dalle ore 09.30 alle ore 17.30 a Cinisello Balsamo (Milano), presso Villa Di Breme Forno (via Carlo Martinelli, 23).
La letteratura per l’infanzia e l’albo illustrato in particolare, inteso come forma letteraria dalle specifiche peculiarità estetiche e strutturali, hanno conosciuto negli ultimi venti anni, in Italia soprattutto, una nuova fioritura: ma si tratta di una fioritura non priva di ombre, come rilevano alcuni attenti osservatori della scena editoriale italiana.
Partendo da tale consapevolezza, il progetto “Costruttori di libri” nasce con la finalità di offrire ai professionisti dell’educazione un’occasione di incontro e di riflessione sulla ricchezza e sulla complessità del mondo della letteratura contemporanea per l’infanzia, non solo nell’ambito della forma dell’albo, evidenziando il ruolo creativo assunto al suo interno dalle singole personalità, ma anche affrontando la realtà del libro per bambini come risultato della collaborazione fra molteplici competenze professionali e prospettive, territorio di confronto e di dialogo tra istanze di natura varia, anche apparentemente antinomiche: istanze di ordine culturale e commerciale, estetico e pedagogico.
L’iniziativa, che intende avere una periodicità semestrale (ogni ciclo si ripeterà nell’arco di un anno accademico, in novembre a Milano Bicocca, in maggio a Roma Tre), prevede una serie di incontri durante i quali selezionati esponenti della letteratura per l’infanzia italiana (autori, illustratori, editori, grafici) verranno intervistati in pubblico da un critico specializzato nel settore.
Le interviste saranno concepite con l’obiettivo di far emergere dalle “officine” degli addetti ai lavori orizzonti epistemologici, culturali e spunti teorico-critici di importanza cruciale per gli studenti di Scienze della Formazione (futuri educatori e insegnanti di scuola dell’infanzia e primaria), ma preziosi anche per un pubblico più ampio, intesi come saranno a favorire la costruzione di un approccio consapevole al libro per bambini come prodotto artistico “totale”, dai significati molteplici e complessi, come strumento insostituibile di educazione dello sguardo (sia del bambino che dell’adulto) sul mondo di oggi.
Che significato può ancora avere oggi il libro inteso come oggetto, materiale e culturale al tempo stesso, nell’educazione delle nuove generazioni? E, soprattutto, che ruolo può svolgere la combinazione fra cultura scritta e visual literacy in un progetto educativo efficace e generativo di competenze emotive, cognitive e culturali? Sono queste le domande principali intorno alle quali l’iniziativa intende sollecitare la riflessione.
La partecipazione attiva degli studenti di Scienze della Formazione a ciascun incontro-intervista non sarà solo auspicata, ma debitamente preparata grazie a un preliminare lavoro di esplorazione e riflessione sugli oggetti letterari presi in esame a cura dei docenti delle Università promotrici del progetto (Cantatore e Negri).
Ogni modulo dell’iniziativa prevede la presenza di quattro autori coi rispettivi intervistatori e sarà accompagnata da mostre di approfondimento su singoli libri degli intervistati (sia illustratori sia scrittori), curate dagli intervistatori e volte a ricostruire l’intero processo generativo, dal progetto, ai bozzetti, alle tavole originali, ai documenti (testi, oggetti, immagini, ritagli, taccuini di appunti, altri libri ecc.) che hanno contribuito alla loro nascita.