ZigaForm version 6.1.2
Seminario "Comunicare la valutazione. Un percorso di Ricerca-Formazione" - 16 maggio, Roma - Locandina

Seminario “Comunicare la valutazione. Un percorso di Ricerca-Formazione” – 16 maggio, Roma

Seminario “Comunicare la valutazione. Un percorso di Ricerca-Formazione” – 16 maggio, Roma

Su richiesta delle prof.ssa Gabriella Agrusti e Valeria Damiani, segnaliamo il Seminario “Comunicare la valutazione. Un percorso di Ricerca-Formazione”.
Il Seminario, organizzato dall’Università LUMSA come incontro conclusivo del percorso di Ricerca-Formazione “Comunicare la valutazione”, si terrà il 16.05.2024 dalle ore 17.30 presso l’Aula 1 dell’Università LUMSA (Piazza delle Vaschette 101, Roma).
Il seminario si pone come incontro conclusivo di un percorso di Ricerca-Formazione sul tema della valutazione nella Scuola primaria e ha coinvolto più scuole del territorio laziale e ha fornito agli insegnanti strumenti concettuali e operativi per orientare le loro pratiche di valutazione.
Interverrà il prof. Benedetto Vertecchi, professore emerito di Pedagogia sperimentale. Il progetto “Comunicare la Valutazione” ha perseguito un duplice obiettivo: da un lato, rilevare le modalità adottate dalle scuole nel passaggio dai voti ai giudizi, attraverso una ricostruzione in profondità dei processi e delle misure attuate dal 2020 ad oggi; dall’altro, identificare i bisogni di formazione sulla valutazione nella scuola primaria, al fine di progettare percorsi di ricerca-formazione (R-F) per i docenti in servizio delle scuole partecipanti alla ricerca.
Il focus principale del progetto è rappresentato dalla validità del processo valutativo inteso come processo di comunicazione di un risultato attraverso un giudizio, che deve essere univoco e comprensibile per chi lo riceve. L’uso dei risultati della valutazione, insieme ai processi ad essa collegati, diventa quindi l’ambito principale di indagine, da cui discendono i seguenti obiettivi specifici: analizzare le procedure per la costruzione del documento di valutazione, in termini di tipologie adottate, rapporto tra programmazione a livello di scuola e di classe, modalità di scelta degli obiettivi da inserire; analizzare la ricaduta della nuova valutazione descrittiva sulle famiglie; esaminare le relazioni tra valutazione e progettazione, con un’attenzione specifica alla redazione degli obiettivi e alle modalità di lavoro collegiale adottate dai singoli istituti; approfondire i processi messi in atto dai docenti e gli strumenti a disposizione (ad esempio, il registro elettronico) in relazione alle diverse funzioni della valutazione nell’ambito della valutazione descrittiva.

Locandina

Articoli correlati