Tutti i post con etichetta terrorismo

Convegno “Ciclo di Studi Pedagogici. Educazione e Terrorismo” – 5 dicembre, Milano

Categorie: Archivio Convegni
Commenti disabilitati su Convegno “Ciclo di Studi Pedagogici. Educazione e Terrorismo” – 5 dicembre, Milano

Su richiesta dei Proff. Francesca Antonacci, Elisabetta Biffi, Cristina Palmieri, Sergio Tramma, segnaliamo il convegno “Ciclo di Studi Pedagogici. Educazione e Terrorismo”.
Il convegno si svolgerà in data 05.12.2018 dalle ore 09.30 alle ore 18.00 a Milano, presso l’Auditorium Martinotti, edificio U12, dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca (via Vizzola, 5)
Il convegno internazionale, organizzato dal Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione “Riccardo Massa”, sarà dedicato in quest’ultima giornata di studio ad approfondire in particolare il tema “Terrorismo, conflitti, politiche dell’odio: posizionamenti pedagogici” e si propone di proseguire un percorso di conoscenza e di analisi critica sul rapporto tra educazione e terrorismo rispetto agli scenari socio-politici e formativi contemporanei.
Nella mattinata è prevista una sessione con Tahar Ben Jelloun (scrittore), Shahrzad Houshmand (teologa, Università Gregoriana e La Sapienza di Roma), Sagit Yehoshua (criminologa, Hebrew University in Jerusalem e IDC in Herzliy). Di pomeriggio interverranno Silvia Guetta (Università degli Studi di Firenze), Alessandro Vaccarelli (Università degli Studi dell’Aquila), leva Bilbokaite-Skiauteriene (Siauliai University), Stefano Pasta (CREMIT, Università Cattolica), Alessandra Mussi (Università di Milano-Bicocca).
Per maggiori informazioni: https://www.unimib.it/eventi/ciclo-studi-pedagogici-educazione-e-terrorismo.

Locandina

Giornata di studio “Ciclo di studi pedagogici: educazione e terrorismo” – 7 giugno, Milano

Categorie: Archivio Eventi
Commenti disabilitati su Giornata di studio “Ciclo di studi pedagogici: educazione e terrorismo” – 7 giugno, Milano

Su richiesta dei Proff. Francesca Antonacci, Elisabetta Biffi, Cristina Palmieri, Sergio Tramma, segnaliamo la seconda giornata di studio “Ciclo di studi pedagogici: educazione e terrorismo”.
L’evento si svolgerà in data 07.06.2018 dalle ore 09.00 alle ore 17.30 a Milano, presso l’Auditorium Martinotti, edificio U12, dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca (via Vizzola, 5).
Il secondo seminario del Ciclo di Studi pedagogici su Educazione e terrorismo del Dipartimento di Scienze umane per la formazione “Riccardo Massa” si propone di avviare un percorso di conoscenza e di approfondimento critico sul rapporto tra educazione e terrorismo, focalizzandosi in particolare sui processi educativi, formali e informali, che contrastano le nuove forme di terrorismo come pure sulle modalità con cui il mondo educativo sta affrontando la realtà culturale, sociale ed esistenziale, generando anche forme di resistenza a quelle tendenze che producono il terrorismo e i fenomeni ad esso connessi (fondamentalismi in primis).
Di mattina è prevista una sessione plenaria, con Philippe Meirieu – Université de Lyon 2 (con traduzione a cura di Enrico Bottero), Stefania Lorenzini – Università di Bologna, Anna Pileri – Università di Bologna, Marianella Sclavi – Presidente Ascolto Attivo srl. Di pomeriggio due sessioni parallele di discussione.
Per maggiori informazioni: http://www.formazione.unimib.it/eventi/ciclo-studi-pedagogici-educazione-terrorismo-2/.

Locandina

Primo seminario del “Ciclo di Studi pedagogici su Educazione e terrorismo” – 15 marzo, Milano

Categorie: Archivio Seminari
Commenti disabilitati su Primo seminario del “Ciclo di Studi pedagogici su Educazione e terrorismo” – 15 marzo, Milano

Su richiesta dei Prof. Francesca Antonacci, Elisabetta Biffi, Cristina Palmieri, Sergio Tramma, segnaliamo il Primo seminario del Ciclo di Studi pedagogici su Educazione e terrorismo”.
Il seminario si svolgerà in data 15.03.2018 dalle ore 09.00 alle ore 17.30 a Milano, presso l’Auditorium Martinotti, edificio U12 dell’Università Milano-Bicocca (Via Vizzola, 5).
Il primo seminario del Ciclo di Studi pedagogici su Educazione e terrorismo del Dipartimento di Scienze umane per la formazione “Riccardo Massa” si propone di esplorare le fondamenta della relazione tra i due termini posti a tema. Nei confronti del fenomeno “terrorismo”, il compito specifico e prioritario della ricerca pedagogica può essere rivolto ad individuare, disvelare, analizzare le esperienze che generano apprendimenti di valori, saperi, competenze riferiti al terrorismo; così come a costituire il piano teorico di riferimento per azioni e progetti intenzionali che si pongano l’obiettivo di modificare il sistema di esperienze entro cui si generano apprendimenti relativi al terrorismo.
Il seminario si articola intorno ad alcuni quesiti: quali azioni sono necessarie a fronte di processi di radicalizzazione, che fanno leva sui bisogni di appartenenza e d’identità, sulle percezioni discriminatorie rispetto al riconoscimento dei diritti?
Quali cambiamenti introduce il terrorismo nella vita quotidiana, nella percezione di sé e degli altri?
Di mattina è prevista una sessione plenaria, con Giuliano Battiston – giornalista e ricercatore; Donatella Di Cesare – filosofa, Università La Sapienza di Roma; Massimo Tosini – sociologo, Università di Torino; Sergio Tramma – pedagogista, Università di Milano-Bicocca.
Di pomeriggio due sessioni parallele di discussione.

Locandina

Nuova scadenza per invio proposte al secondo seminario del Ciclo di Studi pedagogici su “Educazione e terrorismo” – 7 giugno

Categorie: Archivio Call
Commenti disabilitati su Nuova scadenza per invio proposte al secondo seminario del Ciclo di Studi pedagogici su “Educazione e terrorismo” – 7 giugno

Su richiesta dei Proff. Francesca Antonacci, Elisabetta Biffi, Cristina Palmieri, Sergio Tramma, segnaliamo la nuova scadenza per invio proposte al secondo seminario del Ciclo di Studi pedagogici su “Educazione e terrorismo”.
Il seminario si propone di avviare un percorso di conoscenza e di approfondimento critico sul rapporto tra educazione e terrorismo, focalizzandosi in particolare sui processi educativi, formali e informali, che contrastano le nuove forme di terrorismo come pure sulle modalità con cui il mondo educativo sta affrontando la realtà culturale, sociale ed esistenziale, generando anche forme di resistenza a quelle tendenze che producono il terrorismo e i fenomeni ad esso connessi (fondamentalismi in primis).
Quali domande si pone il mondo dell’educazione di fronte a questo fenomeno?
Quali apprendimenti promuovono lo sviluppo di una cittadinanza attiva che si opponga alla tendenza al radicalismo che tanta parte pare avere nella scelta individuale per il terrorismo? Quali reazioni ha il mondo dell’educazione (insegnanti, educatori) di fronte a un ritorno così tragico e particolare della presenza della morte nella quotidianità? Come cercare un senso e aiutare altri a farlo in situazioni colpite da atti di terrorismo? Come rendere sopportabili e comprensibili il terrore e la paura? Come trasformare queste situazioni, come produrre nuovi significati e nuove visioni del mondo e andare oltre tutto ciò?
Il termine ultimo per l’invio delle proposte all’indirizzo educazione.terrorismo@unimib.it è fissato per il 22 marzo 2018. Gli esiti della revisione saranno comunicati entro il 09 aprile 2018. Tutti i contributi selezionati verranno pubblicati in un volume con ISBN.

Call

Call for papers per il “Ciclo di Studi pedagogici su Educazione e terrorismo” – 20 Dicembre

Categorie: Archivio Call
Commenti disabilitati su Call for papers per il “Ciclo di Studi pedagogici su Educazione e terrorismo” – 20 Dicembre

Su richiesta dei proff. Francesca Antonacci, Elisabetta Biffi, Cristina Palmieri, Sergio Tramma, segnaliamo il call for papers per il “Ciclo di Studi pedagogici su Educazione e terrorismo”.

I contributi devono pervenire entro il 20 dicembre 2017 e gli esiti della revisione saranno comunicati entro il 19 gennaio 2018.

Comitato scientifico: Francesca Antonacci, Marina Barioglio, Elisabetta Biffi, Lisa Brambilla, Micaela Castiglioni, Alessandro Ferrante, Andrea Galimberti, Maria Benedetta Gambacorti Passerini, Emanuela Mancino, Francesca Oggionni, Cristina Palmieri, Sergio Tramma, Stefania Ulivieri Stiozzi, Franca Zuccoli.

Dall’attacco alle torri gemelle ad oggi il timore del terrorismo è penetrato nella vita quotidiana di ciascuno di noi, assumendo forme diverse da quelle del passato. A fianco di atti eclatanti e spettacolari, condotti con “geometrica potenza” da gruppi organizzati, si contano atti minori ma non meno preoccupanti e drammatici, perpetrati da persone comuni, individui singoli o facenti parte di piccoli gruppi, difficilmente identificabili e controllabili. Alle rivendicazioni politiche e ideologiche si sommano disagi sociali e personali spesso profondi. Tutto ciò acuisce in maniera inedita il senso di insicurezza e di precarietà tipico della contemporaneità, alimentando sentimenti di paura e di diffidenza che minano in maniera finora mai sperimentata il tessuto sociale.
L’educazione è profondamente implicata e chiamata in causa in tutto questo. Innanzitutto lo è l’educazione informale e diffusa: l’esperienza quotidiana, in ogni sua forma e in ogni luogo in cui accade (lavoro, territori, media, web ecc.) promuove un certo modo di pensare, di sentire, di agire nel mondo, con gli altri, rispetto a se stessi. Ma ne è profondamente interessato anche il mondo dell’educazione formale e non formale: la scuola, i servizi. E non solo perché scuola e servizi si possono trovare ad affrontare direttamente situazioni toccate dalle nuove forme di terrorismo, ma anche perché, consapevoli o no, svolgono un ruolo importante nella costruzione di strumenti culturali e di strategie pragmatiche che aiutino le persone – dai bambini agli adulti – a vivere questa contemporaneità così segnata da paura, diffidenza, insicurezza.
Il Comitato Scientifico del ciclo di Studi pedagogici su educazione e terrorismo propone una riflessione pedagogica sulle relazioni tra queste istanze così intese, attraverso un ciclo di incontri: due seminari di studi (15 marzo 2018 e 7 giugno 2018) e una conferenza internazionale (autunno 2018).
Ciascun contributo non dovrà superare le 3000 battute (spazi inclusi e bibliografia esclusa – max 10 referenze) e andrà inviato all’indirizzo educazione.terrorismo@unimib.it in formato .DOC o .DOCX specificando nell’oggetto “Terrorismo e Educazione”. Gli abstract saranno sottoposti ad un processo di blind peer review. Tutti i contributi selezionati verranno pubblicati in un volume con ISBN.

Call for papers