Tutti i post con etichetta rivista

Presentazione rivista “Nel Frattempo. Transiti nell’età adulta”

Categorie: News, Rivista
Commenti disabilitati su Presentazione rivista “Nel Frattempo. Transiti nell’età adulta”

Su richiesta della Prof.ssa Micaela Castiglioni, segnaliamo la presentazione della rivista “Nel Frattempo. Transiti nell’età adulta”.
A seguito del Convegno “Nel frattempo. Transiti nell’età adulta”, che si è svolto il 23.10.2018 presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca, ha preso avvio con la Rivista “Pedagogika”, un progetto editoriale che si pone la finalità di approfondire, nella sezione monografica della rivista, la crucialità della nozione di transito nelle vicende di vita, di formazione, professionali, ecc., delle donne e degli uomini adulte/i, di oggi. Lo sguardo nei primi quattro numeri della rivista sarà rivolto, di volta in volta, al transito in carcere, nelle comunità leggere, in ospedale e dentro il proprio corpo, per quanto riguarda la transizione di genere. Ogni numero di Pedagogika sarà presentato all’interno di eventi/seminari che saranno organizzati in collaborazione con il Gruppo di Ricerca Interuniversitario NUSA – Nuove Soggettività Adulte.

Locandina

Call for papers “Scuola, università e leggi razziali. Una riflessione storico-educativa sulle leggi razziali in Italia” – 3 marzo

Categorie: Call, News
Commenti disabilitati su Call for papers “Scuola, università e leggi razziali. Una riflessione storico-educativa sulle leggi razziali in Italia” – 3 marzo

Su richiesta del Prof. Pietro Causarano, segnaliamo la call for papers “Scuola, università e leggi razziali. Una riflessione storico-educativa sulle leggi razziali in Italia”.
Nella ricorrenza delle leggi razziali del 1938, il numero 2/2019 della “Rivista di Storia dell’Educazione” intende dedicare la sezione monografica al tema del rapporto fra scuola e leggi razziali. L’obbiettivo è quello di focalizzare la molteplicità e la complessità delle implicazioni storico-educative che hanno coinvolto in primo luogo la scuola, istituzione ritenuta di centrale importanza nell’ideologia totalitaria del regime fascista.
Per maggior informazini: https://www.rivistadistoriadelleducazione.it/index.php/RSE/announcement/view/2

Locandina

2019-02-07 – Call Pedagogia Oggi 2019/2

Categorie: Presidente
Commenti disabilitati su 2019-02-07 – Call Pedagogia Oggi 2019/2

Logo Siped

Pedagogia Oggi, 2/2019

Call for Papers

Sezione Monografica

Vivere l’età adulta nel tempo della formazione e dell’apprendimento permanenti

Editors

Paolo Calidoni, Liliana Dozza, Massimiliano Fiorucci, Brunella Serpe

Il numero 2/2019 della rivista “Pedagogia oggi” offre lo spazio per una Sezione Monografica dedicata a “Vivere l’età adulta nel tempo della formazione e dell’apprendimento permanenti”.
Gli ambiti entro i quali i diversi contributi potranno essere collocati sono i seguenti:

  • Approfondimenti di natura teorica, con riferimento alla letteratura nazionale e internazionale più aggiornata sul tema
  • Letture storiche del tema
  • Ricerche empiriche e proposte metodologiche
  • Contaminazioni interdisciplinari con forti implicazioni pedagogiche
  • Prospettive di sviluppo del tema in oggetto anche in rapporto alla sua declinazione internazionale

Si precisa che gli articoli saranno selezionati e referati sulla base dei criteri di rilevanza scientifica, di originalità, di chiarezza e di pertinenza al tema della call.

N.B. I contributi potranno includere un corredo iconografico, purché rispetti le norme editoriali (http://ojs.pensamultimedia.it/index.php/siped/about/submissions#authorGuidelines)

Indicazioni per gli autori
Gli interessati dovranno inviare la loro proposta via mail ai quattro Editors della Sezione Monografica, scrivendo a tutti i seguenti indirizzi: massimiliano.fiorucci@uniroma3.it; Liliana.Dozza@unibz.it; brunella.serpe@unical.it; paolo.calidoni@unipr.it

Alla proposta di contributo dovrà essere allegato un unico file in formato Word ove siano riportati:

  • titolo dell’articolo proposto
  • un abstract in italiano e uno in inglese (di lunghezza compresa tra le 100 e le 150 parole)
  • 5 parole‐chiave in italiano e in inglese
  • 10‐12 voci bibliografiche di riferimento
  • nome e cognome dell’autore con relativa affiliazione. I nomi delle istituzioni degli autori devono essere in inglese: Nome….., Department….., University…..
  • recapito e‐mail per comunicazioni

L’inglese deve essere rivisto da madrelingua.

In fase di invio della proposta sarà necessario specificare che il contributo è proposto per la Sezione Monografica di “Pedagogia Oggi”, n. 2/2019.

Si accettano contributi in lingua italiana, inglese (preferibilmente), spagnola.

Non sono accettate proposte presentate da autori non soci Siped, né proposte in inglese non rivisto da madrelingua. I soci, ordinari e cooptati, devono essere in regola con il pagamento.

La scadenza per la presentazione delle proposte con invio dell’abstract è fissata per il 30 marzo 2019.

Gli Editors effettueranno una prima valutazione delle proposte, tenendo conto degli obiettivi della Call, entro il 15 aprile 2019.

Gli autori delle proposte selezionate dovranno inviare il loro contributo completo (redatto nel rispetto delle norme redazionali: si prega di prendere visione delle norme editoriali sul sito della rivista http://ojs.pensamultimedia.it/index.php/siped/about/editorialPolicies) entro il 1 settembre 2019, caricandolo sulla piattaforma della Rivista, previa registrazione.

Gli autori riceveranno successivamente comunicazione degli esiti della procedura di referaggio a doppio cieco e l’indicazione dei tempi entro i quali dovranno essere consegnate eventuali modifiche.

Gli articoli che supereranno la procedura di referaggio a doppio cieco saranno pubblicati nel n. 2/2019 di “Pedagogia Oggi”, in uscita a dicembre 2019.

Call

Pubblicazione nuovo numero rivista “Educazione Interculturale”

Categorie: News, Rivista
Commenti disabilitati su Pubblicazione nuovo numero rivista “Educazione Interculturale”

Su richiesta della Prof.ssa Stefania Lorenzini, segnaliamo la pubblicazione del nuovo numero rivista “Educazione Interculturale”, volume 16 numero 2, sul tema “Formazione e comunicazione nei campi dell’accoglienza di rifugiati e richiedenti asilo” a cura dei proff. Federica Tarabusi e Cecilia Gallotti.
Si ricorda che la rivista “Educazione Interculturale” accoglie, nella “sezione aperta” presente in tutti i volumi, contributi di studiosi ed esperti (a livello nazionale e internazionale) connessi ai temi delle differenze culturali e delle migrazioni, della discriminazione e dell’inclusione in molteplici contesti multiculturali, con un’attenzione significativa alle “questioni di genere”.
Pertanto, è possibile far pervenire la propria paper proposal all’indirizzo margherita.cardellini@unibo.it, seguendo scrupolosamente le nostre norme redazionali: http://rivistedigitali.erickson.it/educazione-interculturale/proponi-un-contributo/
Per consultare la rivista: http://rivistedigitali.erickson.it/educazione-interculturale/

Pubblicazione nuovo numero e call rivista “MeTis. Mondi educativi. Temi, indagini, suggestioni”

Categorie: News, Rivista
Commenti disabilitati su Pubblicazione nuovo numero e call rivista “MeTis. Mondi educativi. Temi, indagini, suggestioni”

Su richiesta dei Proff. Isabella Loiodice e Giuseppe Annacontini, segnaliamo la pubblicazione del nuovo numero rivista “MeTis. Mondi educativi. Temi, indagini, suggestioni” e la nuova call sul tema “Saperi e saperi della pratica”.
Contestualmente, si ricordano l’apertura delle call intitolate:

Per consultare l’ultimo numero: http://metisjournal.it/index.php/metis/issue/view/16

Call for paper “La responsabilità sociale delle Università e i fenomeni migratori” – 20 aprile

Categorie: Call, News
Commenti disabilitati su Call for paper “La responsabilità sociale delle Università e i fenomeni migratori” – 20 aprile

Su richiesta dei Proff. Federico Batini e Giovanna Del Gobbo, segnaliamo la call for paper “La responsabilità sociale delle Università e i fenomeni migratori”.
Quali sono le responsabilità del mondo universitario di fronte a emergenze sempre più urgenti e ineludibili?
Nel Comunicato di Yerevan del 2015 e nel Comunicato di Parigi del 2018 è ribadito che rendere i sistemi di alta formazione sempre più inclusivi è un obiettivo essenziale dello Spazio Europeo, dal momento che le popolazioni si diversificano sempre di più anche a causa dell’immigrazione e dei cambiamenti demografici in corso.
La scuola ormai da anni affronta il tema dell’inclusione e, seppur in forma contraddittoria nei risultati, realizza iniziative e interventi per venire incontro a bisogni nuovi e sfidanti. In Italia il mondo universitario è stato solo marginalmente toccato dal fenomeno migratorio: nella formazione degli insegnanti, nella ricerca e nella collaborazione nel campo della cooperazione allo sviluppo, ma non è stata chiamata ad affrontare in modo sistematico questioni quali l’accesso, la fruizione e il successo accademico di rifugiati, richiedenti asilo e studenti migranti svantaggiati, come accade invece in altri Paesi europei.
Se i livelli di educazione sono un indicatore di inclusione (Using EU indicators of immigrant integration, 2013), anche l’alta formazione ne è interessata. I dati tuttavia segnalano che le percentuali più elevate di immigrati nati all’estero con bassi livelli di istruzione nel 2017 sono state registrate in Italia (49%), Grecia, Spagna (entrambe al 40%) e Malta (39%). In molti Paesi è stato riconosciuto come il flusso di migranti abbia abilità e talenti introdotti nelle economie locali.
Da alcuni anni all’idea di responsabilità culturale dell’università si sta affiancando l’idea di responsabilità sociale. I temi della governance e dell’accountability dell’università sono posti in relazione ai due principi di autonomia e di responsabilità sociale: quest’ultima si fonda sul legame culturale che unisce indicibilmente l’università e la società, ma ne richiama il ruolo di soggetto necessariamente coinvolto nella costruzione della società in un’ottica di sviluppo sostenibile. Si tratta in particolare di una tendenza ad integrare preoccupazioni culturali, sociali ed ambientali attraverso l’azione di formazione, ricerca e terza missione capace di arrecare benefici e avere ricadute nei contesti all’interno dei quali opera. La causa ultima risiede nella richiesta da parte della società che l’università renda conto dell’efficacia delle sue attività in relazione alle sue finalità e ricadute d’interesse pubblico.
Da qui anche l’impegno per l’Università per attenuare le barriere e attirare i giovani rifugiati e migranti nell’istruzione superiore, valorizzando il loro potenziale e talento, ma anche garantire accessibilità ad altre categorie svantaggiate, tra cui persone in stato di detenzione.
Molti i problemi ancora aperti. Come riconoscere le loro precedenti carriere e competenze/conoscenze e facilitare la transizione da altri sistemi di istruzione superiore? Come sostenere la loro permanenza nel sistema di istruzione superiore? Quali servizi di placement e orientamento al lavoro può offrire l’università?
Per maggiori informazioni: http://www.edaforum.it/ojs/index.php/LLL/announcement

Call

Pubblicazione nuovo numero della rivista “SPES” – 23 gennaio

Categorie: News, Rivista
Commenti disabilitati su Pubblicazione nuovo numero della rivista “SPES” – 23 gennaio

Su richiesta della Prof.ssa Luciana Bellatalla, segnaliamo la pubblicazione del nuovo numero della rivista “SPES”, organo della “Società di Politica Educazione e Storia”. Esso contiene un Dossier con le relazioni presentate al seminario sui Cinquecento anni della Riforma Protestante, svoltosi a Pisa nell’aprile 2018.

Indice

Monografico su “Moda e Infanzia” della rivista “Zone Moda Journal”

Categorie: Archivio Rivista
Commenti disabilitati su Monografico su “Moda e Infanzia” della rivista “Zone Moda Journal”

Su richiesta dei Proff. Roberto Farné e Marcella Terrusi, segnaliamo il monografico a cura di Roberto Farné e Marcella Terrusi su “Moda e Infanzia”, vol. 8, n. 2 (2018), della rivista “Zone Moda Journal”.
L’abbigliamento, insieme ai giocattoli e ai libri, compone la triade fondamentale su cui si cui si è materialmente costruita l’identità dell’infanzia come categoria sociale, e del bambino come soggetto destinatario di cure affettive e di investimenti educativi. L’abbigliamento e la moda “rivestono”, è il caso di dirlo, un ruolo fondamentale nell’ambito della “Pedagogia del corpo” poiché, oltre a vestire il corpo sulla base del suo bisogno fisico, contribuisce a formare l’identità del soggetto (a partire dal suo essere maschio o femmina), insieme a tutto ciò che esteticamente lo connota.
Per visionare la rivista: http://zmj.unibo.it

Call for paper rivista Form@e sul tema “Robotica, realtà aumentata, mondi virtuali”

Categorie: Archivio Call
Commenti disabilitati su Call for paper rivista Form@e sul tema “Robotica, realtà aumentata, mondi virtuali”

Su richiesta del Prof. Giovanni Bonaiuti, segnaliamo la call for paper della rivista Form@re (fascia A – ANVUR per il S.C. 11/D2) per il primo numero del 2019 che sarà dedicato al tema “Robotica, realtà aumentata, mondi virtuali. Quando e come possono supportare lo sviluppo cognitivo, gli apprendimenti, l’interazione sociale, l’inclusione”. I contributi, redatti nel formato previsto dalla rivista, dovranno pervenire entro il 15.01.2019. La pubblicazione dei lavori che avranno superato il referaggio in doppio cieco è prevista per il 30.04.2019.
Per maggiori informazioni: http://www.fupress.net/index.php/formare.

Call