Tutti i post con etichetta inclusione

Call for Papers per la rivista “Italian Journal of Health Education, Sport and Inclusive Didactic” sul tema “Benessere corporeo e situazione pandemica. Criticità e risorse educative”

Categorie: 2021, Call, News
Commenti disabilitati su Call for Papers per la rivista “Italian Journal of Health Education, Sport and Inclusive Didactic” sul tema “Benessere corporeo e situazione pandemica. Criticità e risorse educative”
Call for Papers per la rivista "Italian Journal of Health Education, Sport and Inclusive Didactic" sul tema "Benessere corporeo e situazione pandemica. Criticità e risorse educative" - Locandina

Su richiesta della prof.ssa Antonia Cunti, segnaliamo la call for papers per la rivista “Italian Journal of Health Education, Sport and Inclusive Didactic” sul tema “Benessere corporeo e situazione pandemica. Criticità e risorse educative”, a cura di Antonia Cunti Professore Ordinario Università degli Studi di Napoli Parthenope.
Quali sono gli effetti della pandemia sul benessere corporeo? Quali le criticità e quali i processi che possono rappresentare delle opportunità educative? Questi gli interrogativi della presente call che intende spaziare dal cambiamento di alcune specifiche situazioni di vita, come la condizione di essere studente attraverso la didattica a distanza, al mutamento dei tempi del quotidiano, molto meno scanditi dall’essere attivi con il corpo, dallo spostarsi per modificare il proprio campo di esperienza. Il concentrarsi di esperienze plurime in uno spazio corporeo fortemente ridimensionato è una conseguenza fondamentale della pandemia che ha costretto a sostituire le interazioni tra corpi con interazioni virtuali che se, per certi versi, ridimensionano e impoveriscono la qualità della comunicazione, per altri ne accentuano alcune dimensioni, in primis quella che privilegia il linguaggio verbale. Nell’ambito della relazione formativa, l’impossibilità di un’interazione sincronica con gli altrui corpi potrebbe incrementare il carattere autoreferenziale del lavoro educativo e didattico in contesti gruppali, laddove la presenza dell’altro non è più immediatamente sollecitante aggiustamenti o mutamenti di rotta sul versante cognitivo, emotivo ed in generale della relazione. Nell’ambito dell’esistenza familiare, il dilatarsi dei tempi della convivenza può costringere ad una perdurante condivisione dei medesimi ambienti con la conseguenza di una sovraesposizione dei corpi. Nel complesso, l’esistenza dei corpi si presenta come ampiamente modificata nella situazione pandemica, con il pericolo di faticare a ritrovarsi, di non riuscire a gestire i cambiamenti, di fare spazio a forme di malessere più che a nuovi provvisori equilibri. In che modo il disagio legato alla situazione pandemica potrebbe avere quale suo teatro la dimensione corporea? Quali potrebbero essere le spie di difficoltà crescenti in bambini, adolescenti ed adulti? Altre criticità sono inerenti all’inevitabile trascurare i propri stati di salute/malattia, non dando a se stessi e ai propri corpi quelle attenzioni e quelle cure che pure sarebbero loro necessari; la messa in stand by di tanta parte della prevenzione primaria e secondaria diffonde un pensare ed un sentire “di attesa” e le persone aspettano la fine della pandemia per riprendere ad occuparsi del benessere dei propri corpi, rassegnandosi a convivere con piccole o più serie problematiche e, in qualche modo, a sacrificarsi in nome di un pericolo più grande, per troppi diventato drammatica storia personale. In che modo, allora, questi nostri corpi più soli e “sospesi”, i corpi delle persone più fragili, potrebbero avvantaggiarsi del lavoro educativo di genitori, insegnanti, educatori, istruttori e allenatori? Tutto ciò nella consapevolezza che l’educazione non ha interruzioni di sorta e che le nostre scelte e non scelte, anche e soprattutto in quest’epoca di pandemia, lungi dall’essere neutrali, hanno avuto e avranno un potere dirimente nel condizionare verso esistenze più rassegnate, meno vitali e creative, oppure più felici.
Il temine per l’invio delle call è per 01.03.2021
Per maggior informazioni: http://ojs.gsdjournal.it

Call

Pubblicazione rivista “Il Nodo. Per una pedagogia della persona” sul tema “Per una scuola inclusiva e di qualità”

Categorie: Archivio Rivista
Commenti disabilitati su Pubblicazione rivista “Il Nodo. Per una pedagogia della persona” sul tema “Per una scuola inclusiva e di qualità”
Pubblicazione rivista "Il Nodo. Per una pedagogia della persona. Per una scuola inclusiva e di qualità" - Copertina

Su richiesta della prof.ssa Sandra Chistolini, segnaliamo la pubblicazione del nuovo numero della rivista “Il Nodo. Per una pedagogia della persona” sul tema “Per una scuola inclusiva e di qualità”.
La Rivista fondata nel 1997 da Mario Ferracuti (1930-2014), già docente di pedagogia presso l’Università Cattolica di Milano Sede di Piacenza è apparsa fino al 2013 con il sottotitolo “Scuole in rete”. Nel 2014, per volontà del suo stesso fondatore, il sottotitolo è stato cambiato con “Per una pedagogia della persona”, volendo in tal modo affermare il valore della persona umana nel processo educativo, sempre e dovunque. La missione della Rivista è quella di creare uno spazio di dialogo pedagogico, guidato dall’ascolto, caratterizzato dalla comunicazione efficace, sempre da prediligere, pur nelle grandi difficoltà nelle quali spesso il mondo scolastico e quello universitario si muovono.
“Il Nodo” resta, per il gruppo dirigente che lo continua a realizzare, un valido centro propulsore di quella concezione pedagogica che avvolge la vita nella sua interezza e complessità per guardare oltre gli ostacoli e proporre vie di liberazione sempre perseguibili. La pedagogia che emerge in questo numero e che esce nell’anno della pandemia è veramente quella alla quale ci ispiriamo tutti noi, discepoli di maestri diversi, eppure tutti convinti sostenitori della scuola di qualità. Dalla scuola di qualità ha origine la pedagogia di qualità e viceversa. Pensiero profondo sull’essere dell’uomo nel tempo presente e rilancio valoriale dell’esistere.
Gli articoli che leggiamo nel nuovo numero sono densi e vanno compresi come reazione al distanziamento prodotto dalla crisi sanitaria. Isolare il virus non vuol dire smettere di pensare, e questo ben lo dimostrano l’attività permanentemente svolta, senza interruzioni, nel mondo accademico e nel mondo della scuola. Studiosi italiani ed esteri offrono ampie ed approfondite riflessioni che, partendo da diverse impostazioni teoretiche, spaziano verso orizzonti aperti all’innovazione e al cambiamento.
Le aree tematiche presenti nella Rivista sono:

  • Educare tra visione del mondo e pluralismo della formazione, con i contributi di Mirca Montanari; María Eugenia Picco; Raffaela Tore
  • Le dimensioni dell’integrazione tra scuola e società, esaminate dai contributi di Wolfgang Rank, che introduce i lavori dell’incontro annuale 2019 del SIESC, Secrétariat International des Enseignants Secondaires Catholiques, con i relatori Christian Klar e Wolfgang Mazal; Claudio Pignalberi; Andrea Traverso
  • La ricerca universitaria sui nuovi percorsi di inclusione, emergente dai contributi di Eugenio Cerilli; Valentina Paola Cesarano; Viviana De Angelis, Giuseppe Elia, Michele Lucivero, Pasquale Rubini; Valerio Ferrero
  • Memoria costituzionale e proposte di cittadinanza attiva, evidenziabili nei contributi di Alfonso Barbarisi e Mario Morcellini che, quali esponenti dell’AIDU Associazione Italiana Docenti Universitari, ricordano i settanta anni dalla promulgazione della Carta Costituzionale; Elisa Maia; Veronica Riccardi
  • Gli indicatori disciplinari per migliorare comprensioni, prestazioni e risultati, riscontrabili nei contributi di Roberto Cipriani; Stefano de Nichilo; Alessandra Lo Piccolo, Marta Mingrino, Viviana Maria Passaniti; Carlo Macale, Francesca Scrocca; Paolo Nitti, Micaela Grosso.

Per maggiori informazioni: http://www.sandrachistolini.it/?p=5484

Convegno “Disability Studies. Nuove prospettive per l’inclusione scolastica” – 23 gennaio

Categorie: Archivio Convegni
Commenti disabilitati su Convegno “Disability Studies. Nuove prospettive per l’inclusione scolastica” – 23 gennaio
Convegno "Disability Studies. Nuove prospettive per l'inclusione scolastica" - 23 gennaio - Locandina

Su richiesta del prof. Giuliano Franceschini, segnaliamo il convegno “Disability Studies. Nuove prospettive per l’inclusione scolastica”.
Il convegno, organizzato dall’Università degli Studi di Firenze, MCE, CEMEA, Proteo fare e sapere, si terrà in data 23.01.2021 dalle ore 09.15 a distanza.
Sono previste due relazioni:

  • R. Medeghini, Gli impliciti pedagogici che ostacolano l’inclusione
  • F. Bocci, Dall’integrazione all’inclusione un biglietto di sola andata?

Seguirà un dibattito e la presentazione del volume di M. Piccioli “Relational model e Cultural model come incontro tra integrazione e inclusione” ETS Pisa 2020.
Coordina G. Franceschini (Università di Firenze).

Locandina

Giornata di studio “Quando il cinema si fa inclusione. L’esperienza della Poti Academy” – 29 dicembre

Categorie: Archivio Eventi
Commenti disabilitati su Giornata di studio “Quando il cinema si fa inclusione. L’esperienza della Poti Academy” – 29 dicembre

Su richiesta dei proff. Alessandra Romano, Loretta Fabbri, Carlo Orefice e Claudio Melacarne, segnaliamo la giornata di studio “Quando il cinema si fa inclusione. L’esperienza della Poti Academy”.
L’evento, organizzato dal Dipartimento di Scienze della formazione, scienze umane e della comunicazione interculturale dell’Università degli Studi di Siena, si terrà online in data 29.12.2020 dalle ore 09.30 alle ore 12.00.
L’iniziativa approfondirà il contributo educativo delle metodologie performative a partire dallo studio della Poti Academy.
Per maggiori informazioni: https://www.dsfuci.unisi.it/it/dipartimento/news-seminari-e-convegni?qt-archivio=0#qt-archivio

Locandina

Convegno “Critical disability studies. Apprendimento, emancipazione, cambiamento” – 12 dicembre

Categorie: Archivio Convegni
Commenti disabilitati su Convegno “Critical disability studies. Apprendimento, emancipazione, cambiamento” – 12 dicembre

Su richiesta delle prof.sse Loretta Fabbri e Alessandra Romano, segnaliamo il convegno “Critical disability studies. Apprendimento, emancipazione, cambiamento”.
Il convegno, organizzato dalle prof.sse Loretta Fabbri e Alessandra Romano dell’Università degli Studi di Siena, si terrà in data 12.12.2020 dalle ore 09.30 alle ore 13.00 tramite piattaforma WebEx.
L’iniziativa affronterà i temi degli studi internazionali sul diversity management, sulla disabilità e sullo sviluppo di pratiche di inclusione sociale e professionale. Interverranno il Prof. Fabio Bocci, Università degli Studi Roma Tre, Roberto Medeghini, Direttore della Collana Editoriale “Disability Studies”, Erickson, le prof.sse Luisa De Vita, Università Sapienza di Roma, Valeria Friso, Università di Bologna, e Arianna Taddei, Università di Macerata. Il Convegno è aperto a tutti coloro interessati.
Per maggiori informazioni: https://www.dsfuci.unisi.it/it/eventi/critical-disability-studies-apprendimento-emancipazione-cambiamento

Locandina

Lezione aperta “Decreto Lamorgese. Quali novità per immigrazione e accoglienza” – 1 dicembre

Categorie: Archivio Master
Commenti disabilitati su Lezione aperta “Decreto Lamorgese. Quali novità per immigrazione e accoglienza” – 1 dicembre
Lezione aperta "Decreto Lamorgese. Quali novità per immigrazione e accoglienza" - 1 dicembre - Locandina

Su richiesta dei proff. Alessandro Tolomelli e Marta Salinaro, segnaliamo la lezione aperta “Decreto Lamorgese. Quali novità per immigrazione e accoglienza” in occasione dell’Open Day di presentazione nuova edizione del Master di I Livello in “Educatore nell’accoglienza e inclusione di migranti, richiedenti asilo e rifugiati”.
Il convegno, promosso dall’Università degli Studi di Bologna, si terrà in data 01.12.2020 dalle ore 17.00 alle ore 19.00 tramite piattaforma Teams (clicca qui).
L’appuntamento è dedicato alle novità normative in materia di immigrazione e protezione internazionale introdotte dal Decreto Lamorgese e ai possibili scenari ed effetti sul Sistema Accoglienza. Interverranno Alessandro Fiorini dell’Associazione Asilo in Europa e Giuseppe Nicolini di Asp Città di Bologna. Sarà l’occasione per presentare la nuova edizione del Master dell’Università di Bologna “Educatore nell’accoglienza e inclusione di migranti, richiedenti asilo e rifugiati”.
Il Master è stato ideato e co-progettato con il Consorzio L’Arcolaio, in collaborazione con ASP Città di Bologna e il Servizio Centrale del SIPROIMI.

Locandina

Master I° Livello “Educatore nell’accoglienza e inclusione di migranti, richiedenti asilo e rifugiati” – febbraio 2021 – marzo 2022, Bologna

Categorie: Archivio Master
Commenti disabilitati su Master I° Livello “Educatore nell’accoglienza e inclusione di migranti, richiedenti asilo e rifugiati” – febbraio 2021 – marzo 2022, Bologna

Su richiesta del prof. Tolomelli Alessandro, segnaliamo la seconda edizione del Master di I° Livello “Educatore nell’accoglienza e inclusione di migranti, richiedenti asilo e rifugiati”.
Il master si terrà dal 02.2021 al 03.2022 a Bologna, presso il Dipartimento di Scienze dell’Educazione “Giovanni Maria Bertin” dell’Università degli Studi di Bologna.
Il master si propone di formare il professionista che opera nell’ambito dei servizi per migranti e del sistema di accoglienza di richiedenti asilo e rifugiati sul territorio italiano, strutturandone e rafforzandone il profilo professionale al fine di facilitare il processo di inclusione dei migranti, fornire gli strumenti per agire in una prospettiva di sistema, maturare la capacità di mettere in connessione esigenze soggettive, dimensioni istituzionali e variabili di contesto. Il Master si articolerà in lezioni frontali, seminari e momenti laboratoriali (per un totale di 240 ore). A completamento delle lezioni, seguirà un periodo di tirocinio professionalizzante di 500 ore da svolgere presso servizi per migranti o strutture di prima e seconda accoglienza.
Per maggiori informazioni: https://www.unibo.it/it/didattica/master/2020-2021/educatore-nellaccoglienza-e-inclusione-di-migranti-richiedenti-asilo-e-rifugiati

Brochure

Call for papers rivista “Nuova Secondaria” sul tema “Disabilità e processi inclusivi in tempo di pandemia da coronavirus”

Categorie: Archivio Call
Commenti disabilitati su Call for papers rivista “Nuova Secondaria” sul tema “Disabilità e processi inclusivi in tempo di pandemia da coronavirus”

Su richiesta del prof. Giuseppe Bertagna, segnaliamo la call for paper della rivista “Nuova Secondaria” sul tema “Disabilità e processi inclusivi in tempo di pandemia da coronavirus”.
La scadenza per l’invio dei contributi è il 31.07.2020.

Call

Call for papers “Il Nodo. Per una pedagogia della persona” sul tema “Per una scuola inclusiva e di qualità”

Categorie: Archivio Call
Commenti disabilitati su Call for papers “Il Nodo. Per una pedagogia della persona” sul tema “Per una scuola inclusiva e di qualità”

Su richiesta della prof.ssa Sandra Chistolini, segnaliamo la call for paper per la rivista “Il Nodo. Per una pedagogia della persona” sul tema “Per una scuola inclusiva e di qualità”, numero speciale, anno XXIV, n. 50, Dicembre 2020.
Il numero 50 anno 2020 de “Il Nodo. Per una pedagogia della persona” è dedicato a riflessioni, approfondimenti, ricerche sul tema Per una scuola inclusiva e di qualità. Considerata la natura pedagogica ed interdisciplinare della Rivista, sono accolti contributi di studiosi ed esperti, italiani ed esteri, afferenti ad ogni disciplina scientifica, con particolare riferimento alle finalità di presenza universitaria associativa dell’AIDU, Associazione Italiana Docenti Universitari, fondata dal pedagogista emerito Luciano Corradini.
Inviare gli articoli a [email protected] entro il 31.05.2020. Per le citazioni e la bibliografia fare riferimento alla sesta edizione dello stile APA https://owl.purdue.edu/owl/research_and_citation/apa_style/apa_formatting_and_style_guide/reference_list_basic_rules.html.
Gli Autori possono seguire come esempio Il Nodo 49-2019 disponibile al link http://www.sandrachistolini.it/?p=5484&page=2.
Per maggiori informazioni: http://www.sandrachistolini.it/?p=5484.

Call

Call for Papers “Italian Journal of Special Education for Inclusion” – 20 aprile

Categorie: Archivio Rivista
Commenti disabilitati su Call for Papers “Italian Journal of Special Education for Inclusion” – 20 aprile

Su richiesta dei Proff. Luigi d’Alonzo, Roberta Caldin e Fabio Bocci, segnaliamo la call for papers per il numero 1/2020 de “Italian Journal of Special Education for Inclusion”.
Il numero sarà dedicata alle tematiche che caratterizzano la Rivista:

  1. Riflessione teorica (a. incontro con la storia; b. questioni epistemologiche)
  2. Revisione sistematica (a. meta-analisi; b. Evidence Based Education)
  3. Esiti di ricerca (a. ricerca qualitativa e quantitativa; b. Strumenti e metodologie)
  4. Altri temi

Il termine ultimo per la presentazione dei contributi è il 20.04.2020.
Si ricorda che i contributi vanno inviati al seguente indirizzo mail: [email protected].
Per la consultazione delle norme editoriali, vi invitiamo a fare riferimento al sito: http://s-sipes.it/rivista-sipes/call-for-papers-italian-journal-of-special-education-for-inclusion/