Tutti i post con etichetta inclusione

Call for papers rivista “Italian Journal of Special Education” sul tema “I vettori dei processi inclusivi. Territori, reti e connessioni”

Categorie: 2021, Call, News
Commenti disabilitati su Call for papers rivista “Italian Journal of Special Education” sul tema “I vettori dei processi inclusivi. Territori, reti e connessioni”
Call for papers rivista "Italian Journal of Special Education" sul tema "I vettori dei processi inclusivi. Territori, reti e connessioni" - Call

Su richiesta della prof.ssa Stefania Pinnelli, segnaliamo la call for papers della rivista “Italian Journal of Special Education” sul tema “I vettori dei processi inclusivi. Territori, reti e connessioni”.
La call guarda ai processi inclusivi quali azioni sistemiche di interconnessioni culturali. L’educazione inclusiva, infatti, trova terreno fertile nei Servizi alla persona che sono i vettori di cambiamento inclusivo, posti accanto alla scuola e nella medesima direzione di essa per procedere verso la promozione dello sviluppo umano e avendo a cuore il bene comune in una prospettiva di lifelong learning. Le cooperative sociali italiane, a trent’anni dalla legge 381 dell’8 novembre 1991 che le ha istituite, le opportunità culturali di prossimità, i servizi di sostegno alla persona, le iniziative di progettazione universale di ambienti fisici e virtuali di comunicazione e interazione, gli effetti, positivi e negativi, che la pandemia ha prodotto nell’organizzazione di azioni volte a promuovere l’inclusione, la regolamentazione di precipue figure professionali (DM 205/2017), costituiscono lo sfondo integratore di riflessione che questa call intende sostenere e valorizzare, nella consapevolezza che la complessità si abita con azioni sistemiche. È per questo che la rivista dedica un numero monografico volto a raccogliere riflessioni in forma di contributi su ricerche e pratiche, a livello nazionale e/o internazionale, che evidenzino le continuità e le discontinuità che si sono susseguite in questi anni, per far emergere le peculiarità, i vincoli e le possibilità di sostanziare l’inclusione nella rete di servizi, istituzioni e territori.
Il termine per l’invio delle proposte è il 15.09.2021
Per maggiori informazioni: https://ojs.pensamultimedia.it/index.php/sipes/announcement/view/34

Call

Webinar “Voci di donne immigrate. Esperienze di inclusione formativa, sociale e lavorativa” – 2 luglio

Categorie: Archivio webinar
Commenti disabilitati su Webinar “Voci di donne immigrate. Esperienze di inclusione formativa, sociale e lavorativa” – 2 luglio
Webinar "Voci di donne immigrate. Esperienze di inclusione formativa, sociale e lavorativa" - 2 luglio - Locandina

Su richiesta dei proff. Maria Rita Mancaniello, Zoran Lapov e Antonio Raimondo Di Grigoli, segnaliamo il webinar “Voci di donne immigrate. Esperienze di inclusione formativa, sociale e lavorativa”.
Il webinar, promosso dall’Università degli Studi di Firenze, si terrà online in data 02.07.2021 dalle ore 17.30 alle ore 19.30.
Mentre il numero di spostamenti internazionali sta aumentando come conseguenza dei “conflitti, delle persecuzioni, delle situazioni di degrado e di trasformazione ambientale” (Rapporto sulle migrazioni nel mondo, 2017), diventa vitale garantire “la sicurezza, l’ordine e la regolarità delle migrazioni, rispettando pienamente i Diritti umani” (Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, Nazioni Unite, 2015). Negli ultimi anni, la questione delle migrazioni nel contesto europeo si colloca al centro dei conflitti sociali e politici, implicando inoltre una lettura che associa il fenomeno ai costi materiali per le società e a potenziali minacce per le loro identità nazionali.
In una realtà, in cui le migrazioni al femminile rappresentano il 50% dell’intera popolazione migrante, l’adozione di una prospettiva di genere nell’ambito di studi e ricerche sulle migrazioni internazionali risulta essenziale. Pertanto, contribuire alla “costruzione di un sistema di istruzione superiore inclusivo”, affrontando come prioritaria la sfida sociale, determinata dal fenomeno migratorio e, più specificatamente, dai flussi migratori al femminile nell’attuale contesto europeo. A partire da una mappatura delle esperienze di inclusione formativa, sociale e lavorativa delle donne immigrate nei Paesi partner, il Progetto Europeo VIW (Voices of Immigrant Women) si prefigge l’obiettivo di elaborare un Programma di formazione e-learning a carattere transnazionale e interdisciplinare.
Dedicato al fenomeno della mobilità umana nel contesto europeo, con particolar riferimento ai flussi migratori al femminile e ai percorsi di inserimento in prospettiva di genere, il Progetto VIW vorrebbe contribuire alla costruzione di un sistema di istruzione superiore (più) inclusivo. Il webinar, a cura del Gruppo di ricerca VIW dell’Università di Firenze, si prospetta come un’occasione di confronto, in cui verranno presentati i risultati delle attività di ricerca VIW effettuate nella prima metà del 2021 e, di seguito, altre esperienze maturate in questo campo specifico di studio e ricerca in Italia.

Locandina

Seminario di Studi "L'educazione come reciprocità e luogo di costruzione della comunità" - 12 giugno, Palermo

Su richiesta della prof.ssa Elena Mignosi, segnaliamo il seminario di studi “L’educazione come reciprocità e luogo di costruzione della comunità”.
Il seminario, organizzato in partnership dal Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche, dell’Esercizio Fisico e della Formazione dell’Università degli Studi di Palermo e dal Progetto Dappertutto – con i bambini, dal CIDI di Palermo e coordinato da Elena Mignosi dell’Università di Palermo, si terrà in data 12.06.2021 dalle ore 10.00 alle ore 13.00 a Palermo, presso Sala Lanza, situata all’interno dell’Orto Botanico dell’Università degli Studi di Palermo (via Lincoln, 2). Sarà possibile seguire anche a distanza, attraverso un collegamento in streaming.
Si tratta di un evento che costituisce idealmente un seguito alla Laurea honoris causa che sarà attribuita al maestro Franco Lorenzoni da parte dell’Università di Palermo l’11.06.2021 pomeriggio, e intende approfondire i temi della lectio magistralis (dal titolo “Per una scuola all’altezza della nostra Costituzione”), attraverso una riflessione sulla relazione educativa come pratica comunitaria e come processo di costruzione di cultura. Nel seminario verranno coinvolti anche Renata Passoni della Casa Laboratorio di Cenci e Gianni Nuti, dell’Università della Valle d’Aosta, che arricchiranno il quadro con contributi sui processi inclusivi e sul ruolo della poesia e dei linguaggi dell’arte. Verrà quindi evidenziato come la valenza sociale e politica dell’educazione si realizzi attraverso la relazione interpersonale ed implichi la dimensione culturale e artistica.
Questi i titoli degli interventi:

  • Gianni Nuti: Poesia terra di tutti
  • Roberta Passoni: Uno sguardo strabico per rimuovere gli ostacoli
  • Franco Lorenzoni: La cultura è relazione, solo relazione.

Ampio spazio verrà dato al dibattito con il pubblico presente, ma sarà possibile porre domande e fare riflessioni attraverso le chat dei siti Facebook e YouTube.
Sarà possibile collegarsi in streaming su:

Locandina

Convegno “Crisi e trasformazioni. Itinerari di formazione e traiettorie di sviluppo professionale per l’insegnante specializzato” – 11 giugno

Categorie: Archivio Convegni
Commenti disabilitati su Convegno “Crisi e trasformazioni. Itinerari di formazione e traiettorie di sviluppo professionale per l’insegnante specializzato” – 11 giugno
Convegno "Crisi e trasformazioni. Itinerari di formazione e traiettorie di sviluppo professionale per l'insegnante specializzato" - 11 giugno - Locandina

Su richiesta del prof. Antonello Mura, segnaliamo il convegno “Crisi e trasformazioni. Itinerari di formazione e traiettorie di sviluppo professionale per l’insegnante specializzato”.
Il convegno, organizzato dal CEDIAF, Centro di servizio di ateneo per la didattica e l’inclusione nell’alta formazione delle professionalità educative, Università degli Studi di Cagliari, si terrà online in data 11.06.2021 dalle ore 15.00 alle ore 18.00 su piattaforma Teams.
Il frangente sociale e politico di particolare intensità entro al quale la scuola è chiamata a realizzare il proprio mandato di educazione ed emancipazione delle giovani generazioni richiede un profondo ripensamento dei processi di formazione professionale degli insegnanti. Se da un lato è diventato sempre più evidente che la possibilità di garantire il successo formativo di ogni studente, quale che sia la sua condizione di salute, esistenziale e/o di apprendimento è un elemento nodale nell’agire educativo di ogni docente, l’esperienza culturale italiana permette di affermare con certezza la centralità ed il carattere di irrinunciabilità della figura dell’insegnante specializzato per le attività di sostegno didattico agli alunni con bisogni educativi speciali. L’evoluzione culturale del ruolo svolto dai docenti nel progettare e realizzare percorsi pedagogico-didattici orientati a rispondere ai molteplici bisogni educativi che costellano il percorso di crescita degli alunni e delle alunne di ogni ordine e grado rende necessaria una riflessione che consenta di riordinare, sul piano scientifico e organizzativo, i percorsi universitari per l’accesso alla professione insegnante. In tal senso, si impone un’azione di continua azione di qualificazione professionale dell’insegnante specializzato.
Per partecipare all’evento cliccare qui.

Locandina

Call for abstract rivista “Media Education. Studi, ricerche, buone pratiche” sul tema “Media Education and inclusion of people with disability”

Categorie: Archivio Call
Commenti disabilitati su Call for abstract rivista “Media Education. Studi, ricerche, buone pratiche” sul tema “Media Education and inclusion of people with disability”
Call for abstract rivista "Media Education. Studi, ricerche, buone pratiche" sul tema "Media Education and inclusion of people with disability" - Call

Su richiesta dei proff. Fabio Bocci e Maria Ranieri, segnaliamo la call for abstract della rivista “Media Education. Studi, ricerche, buone pratiche” sul tema “Media Education and inclusion of people with disability”.
Si tratta di uno special issue, del quale sono guest editors Fabio Bocci, Università degli Studi di Roma Tre, George Anthony Giannoumis, University of Oslomet, Cristina Gaggioli, Università degli Studi di Firenze.
Il presupposto è che il tema dell’educazione ai media in relazione all’inclusione e alla disabilità sia un campo che offre ancora ampi spazi di esplorazione e possibilità di essere variamente affrontato e approfondito. Le immagini e le storie nei media possono infatti influenzare profondamente l’opinione pubblica e stabilire norme sociali sul modo in cui le persone con disabilità sono viste. Una comprensione critica delle rappresentazioni mediatiche delle disabilità e la promozione di un uso responsabile delle tecnologie dei media possono favorire una cultura dei media inclusiva e ridurre il cyberbullismo e altri fenomeni online devianti. L’intento è dunque quello di offrire uno spazio di confronto sia attraverso articoli scientifici sia per mezzo di buone pratiche in campo educativo e scolastico. La finalità ultima è quella di offrire a studiosi, educatori e insegnanti una panoramica teorica e pratica sull’importanza dell’alfabetizzazione mediatica per l’inclusione, promuovere una migliore qualità dei media e il loro contributo alla creazione di una cultura inclusiva.
Per maggiori informazioni: https://journals.fupress.net/call-for-paper/media-education-and-inclusion-of-people-with-disability/

Webinar “Uno sguardo speciale alla prima infanzia. Nuove proposte per un sistema 0-6 inclusivo” – 30 aprile

Categorie: 2021, News, Webinar
Commenti disabilitati su Webinar “Uno sguardo speciale alla prima infanzia. Nuove proposte per un sistema 0-6 inclusivo” – 30 aprile
Webinar "Uno sguardo speciale alla prima infanzia. Nuove proposte per un sistema 0-6 inclusivo" - 30 aprile

Su richiesta dei proff. Gianluca Amatori, Mabel Giraldo e Silvia Maggiolini, segnaliamo il webinar “Uno sguardo speciale alla prima infanzia. Nuove proposte per un sistema 0-6 inclusivo”.
Il webinar, organizzato dal Dipartimento di Scienze Umane e Sociali dell’Università degli Studi di Bergamo, si terrà online il 30.04.2021 dalle ore 14.30 alle ore 18.00 tramite piattaforma Teams.
Il webinar ha lo scopo di fornire una ampia panoramica sulla pluralità di temi e di percorsi di ricerca che caratterizzano l’articolato dibattito intorno all’Early Childhood Education. Nello specifico, particolare attenzione verrà data agli intrecci e alle suggestioni che il nuovo scenario normativo, culturale, politico e pedagogico del sistema integrato 0-6 – inaugurato anche in Italia dal D. Lgs. n. 65/2017 – offre alla Pedagogia Speciale per riflettere e ripensare il processo inclusivo dei bambini con disabilità a partire dalla prima infanzia.
L’evento, inoltre, sarà l’occasione per la presentazione del libro intitolato “Pedagogia speciale per la prima infanzia. Politiche, famiglie e servizi”, curato dai colleghi Gianluca Amatori e Silvia Maggiolini, e vi interverranno, oltre che gli autori del volume e dei capitoli (Nicole Bianquin, Mabel Giraldo, Vanessa Macchia, Francesca Salis, Moira Sannipoli, Elena Zanfroni), anche la Dott.ssa Arianna Saulini di Save Children Italia.
Per partecipare all’incontro è necessario iscriversi al seguente link: https://forms.gle/VYd2mTFoJyto4Tt26
Per maggiori informazioni: https://dsus.unibg.it/it/eventi/sguardo-speciale-prima-infanzia-nuove-prospettive-sistema-0-6-inclusivo

Locandina

Ciclo di webinar “Una scuola per tutti e per ognuno. Percorsi di didattica inclusiva” – 19 aprile – 27 maggio

Categorie: Archivio webinar
Commenti disabilitati su Ciclo di webinar “Una scuola per tutti e per ognuno. Percorsi di didattica inclusiva” – 19 aprile – 27 maggio
Ciclo di seminari "Una scuola per tutti e per ognuno. Percorsi di didattica inclusiva" - 19 aprile - 27 maggio

Su richiesta dei proff. Giuseppe Burgio e Marinella Muscarà, segnaliamo il ciclo di webinar dal titolo “Una scuola per tutti e per ognuno. Percorsi di didattica inclusiva”.
I webinar, organizzati dall’Università degli Studi di Enna “Kore” e dalla Cooperativa Sociale “Solidaria”, con il finanziamento della Tavola Valdese, si terranno online dal 19.04.2021 al 27.05.2021 e sono destinati ai/alle docenti della scuola statale.
Programma dei seminari:

  • lunedì 19.04.2021, dalle 17.00 alle 19.00 – Prof.ssa Maura Striano, ordinaria di Pedagogia Generale e Sociale all’Università di Napoli “Federico II”: “Educare alle differenze: professionalità docente riflessiva per l’inclusione”
  • mercoledì 28.04.2021, dalle 17.00 alle 19.00 – Prof. Massimiliano Fiorucci, ordinario di Pedagogia Generale e Sociale all’Università di Roma 3: “L’intercultura: ambiti educativi formali, non formali e informali”
  • giovedì 06.05.2021, dalle 17.00 alle 19.00 – Prof. Fabio Bocci, ordinario di Pedagogia Speciale all’Università di Roma 3, con Ines Guerini e Carla Gueli: “Didattica speciale per l’inclusione o didattica inclusiva? La prospettiva dei Disability Studies”
  • lunedì 10.05.2021, dalle 17.00 alle 19.00 – Prof.ssa Antonia De Vita, direttrice del CESDEF, Centro Studi Differenza Sessuale, Educazione, Formazione presso l’Università di Verona: “Ancora sul bullismo: l’emergenza della vittimizzazione scolastica tra ragazze”
  • giovedì 20.05.2021, dalle 17.00 alle 19.00 – Prof. Alessandro Vaccarelli, associato di Pedagogia Generale e Sociale all’Università de L’Aquila: “Il razzismo: esclusione, discriminazione e violenza”
  • giovedì 27.05.2021, dalle 17.00 alle 19.00 – Prof.ssa Rossella Ghigi, associata di Sociologia Generale all’Università di Bologna: “L’educazione di genere, dalla scuola dell’Infanzia alla secondaria di II grado”

Per maggiori informazioni: http://www.solidariaweb.org/index.php/attivita/formazione-e-cultura/percorsi-didattici-di-antimafia-sociale

 

Convegno “Festival dell’Inclusione” – 3 marzo

Categorie: Archivio Convegni
Commenti disabilitati su Convegno “Festival dell’Inclusione” – 3 marzo
Convegno "Festival dell'Inclusione" - 3 marzo - Locandina

Su richiesta dei proff. Alessandra Romano, Loretta Fabbri e Carlo Orefice, segnaliamo il convegno “Festival dell’Inclusione”.
Il convegno, promosso dal Corso di Laurea in Scienze dell’educazione e della formazione dell’Università degli Studi di Siena, si terrà online in data 03.03.2021 dalle 09.30 alle 13.00 tramite la piattaforma Webex e in streaming su Youtube (https://www.youtube.com/watch?v=GOL9xAUpUbA&t).
Il Festival si articolerà in tre sezioni:

  • Sport, dalle ore 09.45 alle ore 11.00
  • Cinema, dalle ore 11.00 alle ore 12.00
  • Teatro, dalle ore 12.00 alle ore 13.00

In ogni sezione saranno presentati percorsi ed esperienze di innovazione sociale condotte nel framework del paradigma della ricerca trasformativa e collaborativa. L’obiettivo è offrire un setting di approfondimento e dialogo tra professionisti e ricercatori accademici che studiano le condizioni e i dispositivi per la costruzione di contesti inclusivi. L’iniziativa vedrà la partecipazione dei docenti Fabio Bocci, Università Roma Tre, e Carlo Orefice, Università di Siena, e dei testimoni privilegiati Daniele Cassioli, atleta pluripremiato, Poti Pictures, casa cinematografica, e Diesis Teatrango, compagnia teatrale. L’organizzazione dell’evento è a cura delle prof.sse Alessandra Romano e Loretta Fabbri dell’Università di Siena, in collaborazione con l’Italian Transformative Learning Network. Il Convegno è aperto a tutti i colleghi e le colleghe interessati.
Per maggiori informazioni: https://www.dsfuci.unisi.it/sites/st09/files/allegatiparagrafo/26-02-2021/festival_dellinclusione2021.pdf

Locandina

Call for Papers per la rivista “Italian Journal of Health Education, Sport and Inclusive Didactic” sul tema “Benessere corporeo e situazione pandemica. Criticità e risorse educative”

Categorie: Archivio Call
Commenti disabilitati su Call for Papers per la rivista “Italian Journal of Health Education, Sport and Inclusive Didactic” sul tema “Benessere corporeo e situazione pandemica. Criticità e risorse educative”
Call for Papers per la rivista "Italian Journal of Health Education, Sport and Inclusive Didactic" sul tema "Benessere corporeo e situazione pandemica. Criticità e risorse educative" - Locandina

Su richiesta della prof.ssa Antonia Cunti, segnaliamo la call for papers per la rivista “Italian Journal of Health Education, Sport and Inclusive Didactic” sul tema “Benessere corporeo e situazione pandemica. Criticità e risorse educative”, a cura di Antonia Cunti Professore Ordinario Università degli Studi di Napoli Parthenope.
Quali sono gli effetti della pandemia sul benessere corporeo? Quali le criticità e quali i processi che possono rappresentare delle opportunità educative? Questi gli interrogativi della presente call che intende spaziare dal cambiamento di alcune specifiche situazioni di vita, come la condizione di essere studente attraverso la didattica a distanza, al mutamento dei tempi del quotidiano, molto meno scanditi dall’essere attivi con il corpo, dallo spostarsi per modificare il proprio campo di esperienza. Il concentrarsi di esperienze plurime in uno spazio corporeo fortemente ridimensionato è una conseguenza fondamentale della pandemia che ha costretto a sostituire le interazioni tra corpi con interazioni virtuali che se, per certi versi, ridimensionano e impoveriscono la qualità della comunicazione, per altri ne accentuano alcune dimensioni, in primis quella che privilegia il linguaggio verbale. Nell’ambito della relazione formativa, l’impossibilità di un’interazione sincronica con gli altrui corpi potrebbe incrementare il carattere autoreferenziale del lavoro educativo e didattico in contesti gruppali, laddove la presenza dell’altro non è più immediatamente sollecitante aggiustamenti o mutamenti di rotta sul versante cognitivo, emotivo ed in generale della relazione. Nell’ambito dell’esistenza familiare, il dilatarsi dei tempi della convivenza può costringere ad una perdurante condivisione dei medesimi ambienti con la conseguenza di una sovraesposizione dei corpi. Nel complesso, l’esistenza dei corpi si presenta come ampiamente modificata nella situazione pandemica, con il pericolo di faticare a ritrovarsi, di non riuscire a gestire i cambiamenti, di fare spazio a forme di malessere più che a nuovi provvisori equilibri. In che modo il disagio legato alla situazione pandemica potrebbe avere quale suo teatro la dimensione corporea? Quali potrebbero essere le spie di difficoltà crescenti in bambini, adolescenti ed adulti? Altre criticità sono inerenti all’inevitabile trascurare i propri stati di salute/malattia, non dando a se stessi e ai propri corpi quelle attenzioni e quelle cure che pure sarebbero loro necessari; la messa in stand by di tanta parte della prevenzione primaria e secondaria diffonde un pensare ed un sentire “di attesa” e le persone aspettano la fine della pandemia per riprendere ad occuparsi del benessere dei propri corpi, rassegnandosi a convivere con piccole o più serie problematiche e, in qualche modo, a sacrificarsi in nome di un pericolo più grande, per troppi diventato drammatica storia personale. In che modo, allora, questi nostri corpi più soli e “sospesi”, i corpi delle persone più fragili, potrebbero avvantaggiarsi del lavoro educativo di genitori, insegnanti, educatori, istruttori e allenatori? Tutto ciò nella consapevolezza che l’educazione non ha interruzioni di sorta e che le nostre scelte e non scelte, anche e soprattutto in quest’epoca di pandemia, lungi dall’essere neutrali, hanno avuto e avranno un potere dirimente nel condizionare verso esistenze più rassegnate, meno vitali e creative, oppure più felici.
Il temine per l’invio delle call è per 01.03.2021
Per maggior informazioni: http://ojs.gsdjournal.it

Call

Pubblicazione rivista “Il Nodo. Per una pedagogia della persona” sul tema “Per una scuola inclusiva e di qualità”

Categorie: Archivio Rivista
Commenti disabilitati su Pubblicazione rivista “Il Nodo. Per una pedagogia della persona” sul tema “Per una scuola inclusiva e di qualità”
Pubblicazione rivista "Il Nodo. Per una pedagogia della persona. Per una scuola inclusiva e di qualità" - Copertina

Su richiesta della prof.ssa Sandra Chistolini, segnaliamo la pubblicazione del nuovo numero della rivista “Il Nodo. Per una pedagogia della persona” sul tema “Per una scuola inclusiva e di qualità”.
La Rivista fondata nel 1997 da Mario Ferracuti (1930-2014), già docente di pedagogia presso l’Università Cattolica di Milano Sede di Piacenza è apparsa fino al 2013 con il sottotitolo “Scuole in rete”. Nel 2014, per volontà del suo stesso fondatore, il sottotitolo è stato cambiato con “Per una pedagogia della persona”, volendo in tal modo affermare il valore della persona umana nel processo educativo, sempre e dovunque. La missione della Rivista è quella di creare uno spazio di dialogo pedagogico, guidato dall’ascolto, caratterizzato dalla comunicazione efficace, sempre da prediligere, pur nelle grandi difficoltà nelle quali spesso il mondo scolastico e quello universitario si muovono.
“Il Nodo” resta, per il gruppo dirigente che lo continua a realizzare, un valido centro propulsore di quella concezione pedagogica che avvolge la vita nella sua interezza e complessità per guardare oltre gli ostacoli e proporre vie di liberazione sempre perseguibili. La pedagogia che emerge in questo numero e che esce nell’anno della pandemia è veramente quella alla quale ci ispiriamo tutti noi, discepoli di maestri diversi, eppure tutti convinti sostenitori della scuola di qualità. Dalla scuola di qualità ha origine la pedagogia di qualità e viceversa. Pensiero profondo sull’essere dell’uomo nel tempo presente e rilancio valoriale dell’esistere.
Gli articoli che leggiamo nel nuovo numero sono densi e vanno compresi come reazione al distanziamento prodotto dalla crisi sanitaria. Isolare il virus non vuol dire smettere di pensare, e questo ben lo dimostrano l’attività permanentemente svolta, senza interruzioni, nel mondo accademico e nel mondo della scuola. Studiosi italiani ed esteri offrono ampie ed approfondite riflessioni che, partendo da diverse impostazioni teoretiche, spaziano verso orizzonti aperti all’innovazione e al cambiamento.
Le aree tematiche presenti nella Rivista sono:

  • Educare tra visione del mondo e pluralismo della formazione, con i contributi di Mirca Montanari; María Eugenia Picco; Raffaela Tore
  • Le dimensioni dell’integrazione tra scuola e società, esaminate dai contributi di Wolfgang Rank, che introduce i lavori dell’incontro annuale 2019 del SIESC, Secrétariat International des Enseignants Secondaires Catholiques, con i relatori Christian Klar e Wolfgang Mazal; Claudio Pignalberi; Andrea Traverso
  • La ricerca universitaria sui nuovi percorsi di inclusione, emergente dai contributi di Eugenio Cerilli; Valentina Paola Cesarano; Viviana De Angelis, Giuseppe Elia, Michele Lucivero, Pasquale Rubini; Valerio Ferrero
  • Memoria costituzionale e proposte di cittadinanza attiva, evidenziabili nei contributi di Alfonso Barbarisi e Mario Morcellini che, quali esponenti dell’AIDU Associazione Italiana Docenti Universitari, ricordano i settanta anni dalla promulgazione della Carta Costituzionale; Elisa Maia; Veronica Riccardi
  • Gli indicatori disciplinari per migliorare comprensioni, prestazioni e risultati, riscontrabili nei contributi di Roberto Cipriani; Stefano de Nichilo; Alessandra Lo Piccolo, Marta Mingrino, Viviana Maria Passaniti; Carlo Macale, Francesca Scrocca; Paolo Nitti, Micaela Grosso.

Per maggiori informazioni: http://www.sandrachistolini.it/?p=5484