Tutti i post con etichetta 2020

Call for Papers “Giornale di Educazione alla Salute, Sport e Didattica Inclusiva”

Categorie: 2020, Call, News
Commenti disabilitati su Call for Papers “Giornale di Educazione alla Salute, Sport e Didattica Inclusiva”

Su richiesta del prof. Francesco Peluso Cassese, segnaliamo la call for papers “Giornale di Educazione alla Salute, Sport e Didattica Inclusiva”.
Non è possibile parlare in chiave pedagogico/educativa di emergenza e di post emergenza senza fare riferimento alla natura sempre potenzialmente traumatica dello stato di crisi conseguente a tali condizioni e senza rivolgere l’attenzione all’aspetto più intimo e umano di esse: le emozioni, i sentimenti e gli affetti. Il cosiddetto capitale emotivo (che genera e alimenta valori politici, sociali e morali all’interno di una comunità) è oggi, infatti, accreditato, dal punto di vista scientifico e umanistico, come una delle principali leve della ricostruzione socio-educativa in contesti di fragilità. (Isidori, 2012).
Proprio il corpo è parte costituiva dell’identità umana e questo spiega il fatto che, dal punto di vista intrapsichico, l’essere umano sottoposto a un episodio traumatico tenti di intervenire sulla realtà o sulla propria rappresentazione di questa, nel contesto di un rapporto di forza fra interno ed esterno, mediato, appunto, dal proprio corpo. Tale “lotta” può, in alcuni casi, vederlo soccombere e costringerlo a “ritirarsi in sé stesso”, nel tentativo di operare un distacco, che, se da un lato funziona come membrana protettrice, dall’altro gli rende più difficile avere scambi dinamici funzionali con la realtà circostante (Marino, 2004)
L’interazione, tra percezioni e simboli, scandita dal processo dell’esperienza, abbraccia quattro livelli: il corpo, le interazioni con l’ambiente fisico, l’interazione con gli altri e la capacità simbolica. Tale scambievolezza genera un apprendimento complesso rispetto al rapporto tra corpo e pensiero (Corona, 2012).
L’approccio nel settore delle scienze cognitive dell’Embodied Cognition (E.C.) considera la corporeità una condizione favorevole e necessaria per lo sviluppo dei processi cognitivi. La corporeità può facilitare la costruzione della conoscenza in quanto la partecipazione attiva del corpo durante una consegna didattica consente all’alunno di vivere ed alimentare emozioni profonde, intese come input di rinforzo, prodotto del totale coinvolgimento della persona nella sua globalità. (Gomez Paloma, 2014).
La realizzazione dell’inclusione, infatti, avviene in tutti i contesti di vita: certamente la scuola è la prima agenzia educativa, ma non è l’unica. L’insegnante che si occupa dell’educazione del soggetto, nella sua globalità, riconosce la necessità di riportare le realtà sociali e di vita quotidiana all’interno dell’aula e lo può fare se riconosce che la corporeità prende pienamente parte al processo di apprendimento. Se il docente, nell’operare didatticamente, percepisce lo studente con “la mente in classe e il corpo per strada”, sarà difficile educare all’inclusione. Il primo passo da fare è smontare questa sovrastruttura culturale e ripartire dall’idea che si può apprendere sorridendo, giocando e manifestando felicità e che la miglior didattica inclusiva è quella che consente di apprendere partendo dal cuore (Gomez Paloma, 2012).
Ci sembra quindi opportuno la valorizzazione, in questo periodo, delle pratiche didattico-educative incentrate sullo sviluppo di sensazioni, percezioni ed emozioni, in generale attraverso l’agire interno ed esterno volto a massimizzare il processo di riappropriazione del rapporto tra corpo e ambiente nel rispetto delle limitazioni, ancora esistenti, ma senza perdere i vantaggi nell’apprendimento vissuto. I topic di seguito proposti vogliono tentare di coprire il vasto campo di applicazione di quanto sopra
esposto:

  1. Il Corpo nei processi di apprendimento
  2. Il Corpo come strumento inclusivo
  3. La Pedagogia dell’emergenza e del post emergenza
  4. Il legame tra benessere psicofisico e processi di apprendimento
  5. La Didattica incentrata sul capitale emotivo
  6. Nuove Tecnologie, emozioni e apprendimento.

La scadenza per l’invio del contributo è fissata al 16.11.2020.
Per maggiori informazioni: http://ojs.gsdjournal.it

Call

2020-10-16 – CESPE Italia nomine

Categorie: 2020, Presidente
Commenti disabilitati su 2020-10-16 – CESPE Italia nomine

Logo Siped

Si comunica che la prof.ssa Lorena Milani, dell’Università di Torino, è stata nominata Presidenta Adjunta CESPE per l’Italia. Il CESPE (Centro Latinoamericano de Estudios en Epistemología Pedagógica) comprende tutta l’America Latina e ha come sedi aggiunte: Portogallo, Spagna, Angola e Italia.
Il Gruppo formale di ricerca per l’Italia include inoltre: Emanuele Isidori, Vice-Presidente, Università degli Studi di Roma “Foro Italico”; Sara Nosari, Segretario, Università di Torino; Rosita Deluigi, Università di Macerata; Giuseppe Annacontini, Università del Salento.

https://www.cespecorporativa.org

Laboratori di studio per giovani ricercatori “Fare rete nella ricerca sull’education. Strategie, strumenti e opportunità” – gennaio 2021

Categorie: 2020, Corso, News
Commenti disabilitati su Laboratori di studio per giovani ricercatori “Fare rete nella ricerca sull’education. Strategie, strumenti e opportunità” – gennaio 2021

Su richiesta della prof.ssa Lisa Bugno, segnaliamo i laboratori di studio per giovani ricercatori “Fare rete nella ricerca sull’education. Strategie, strumenti e opportunità”.
AIS-EDU organizza una scuola di formazione per giovani ricercatori sul tema “Fare ricerca in Education”: si tratta di giornate di formazione e scambio, in modalità e-learning, con l’obiettivo di sviluppare capacità e abilità sia nella metodologia della ricerca applicata, sia nella progettazione/fundraising. I laboratori si rivolgono a giovani studiosi (laureati magistrali, PhD, post-doc e ricercatori non strutturati), italiani e stranieri, attivi nelle discipline delle scienze sociali e umane, interessati ai temi dell’education e motivati a intraprendere ricerche secondo una prospettiva internazionale e multidisciplinare. I laboratori di studio mirano a:

  1. stimolare la convergenza di idee, lo sviluppo di progetti e l’implementazione di studi;
  2. estendere la visibilità dei giovani partecipanti, attraverso il confronto con colleghi che hanno esperienze consolidate nei settori accademici e di ricerca;
  3. favorire la promozione di reti tra i giovani studiosi di education e le comunità scientifiche di riferimento.

Le candidature dovranno pervenire entro il 30.10.2020 al seguente indirizzo mail: labeducation2021@gmail.com

Brochure

Corso di formazione online “Cross-cultural Competence in Health Care” – 26 ottobre – 6 novembre

Categorie: 2020, Corso, News
Commenti disabilitati su Corso di formazione online “Cross-cultural Competence in Health Care” – 26 ottobre – 6 novembre

Su richiesta del prof. Carlo Orefice, segnaliamo il corso di formazione intensivo gratuito online “Cross-cultural Competence in Health Care”.
Il corso, organizzato dall’Università degli Studi di Siena/DSFUCI, nell’ambito del progetto “FORWARD – Formazione, ricerca e sviluppo di strategie community based per facilitare e supportare le pratiche di convivenza nei contesti multietnici”, ed è curato dall’University of Vic – Central University of Catalonia, si terrà dal 26.10.2020 al 06.11.2020.
Il corso in lingua inglese è rivolto a studenti in formazione, medici, operatori della salute e della cura che operano in contesti socio-sanitari ad alto tasso di multiculturalità. Il responsabile scientifico del corso è la prof.ssa Loretta Fabbri ed è coordinato dai proff. Carlo Orefice e Alessandra Romano.
Per maggiori informazioni: https://forms.gle/NRpyMhwAvanxdVcF8

Brochure

Webinar “Scuola e Formazione post lockdown. Digito dunque sono” – 17 ottobre

Categorie: Archivio webinar
Commenti disabilitati su Webinar “Scuola e Formazione post lockdown. Digito dunque sono” – 17 ottobre

Su richiesta della prof.ssa Sandra Chistolini, segnaliamo il webinar “Scuola e Formazione post lockdown. Digito dunque sono”.
Il webinar, organizzato dall’Università degli Studi Roma Tre, si terrà in data 17.10.2020 dalle ore 09.00 alle ore 12.00 tramite videoconferenza.
L’evento è aperto a tutti ed è online con collegamento alla piattaforma Microsoft Teams dell’Università degli Studi Roma Tre, Dipartimento di Scienze della Formazione. Gli ospiti senza account dell’Università Roma Tre possono partecipare chiedendo preventivamente l’accesso per email indirizzata a sandra.chistolini@uniroma3.it. La videoconferenza rappresenta il momento conclusivo dello studio sperimentale condotto da docenti e studenti impegnati a riflettere insieme su quanto sta avvenendo nella scuola e nell’università nell’epoca successiva alla quarantena da COVID-19. Analisi e proposte si intersecano e si rincorrono. La problematicità del distanziamento sociale si combina con il desiderio di vivere insieme il nuovo progetto di scuola in formazione. Emerge un contesto pedagogico ricco di suggestioni, un patrimonio di conoscenze destinato a diventare testimonianza vera di una innovazione insospettata ed ancora tutta da decifrare. Lo stare a casa ha prodotto conseguenze sullo sviluppo relazionale, cognitivo, emozionale di bambine e bambini. Gli stessi docenti sono stati invasi da sentimenti di inadeguatezza e di imperfezione. Eppure l’impulso all’esistere emerge con forza e determinazione, portando il nostro pensiero alla riformulazione di quel concetto di educazione, mai soddisfatto pienamente. Contesti che cambiano e valori che sbocciano colmano di significato il fare scuola di molti di noi. Menti vulcaniche disegnano un digitale magicamente avvinghiato alla rete, quindi proteso verso nuovi orizzonti di senso. La videoconferenza è concepita come trampolino di lancio di prodotti digitali creati dagli studenti universitari. Un percorso da apprendere muovendo da curiosità, dubbi, incertezze e soluzioni.
Per maggiori informazioni: https://scienzeformazione.uniroma3.it/articoli/scuola-e-formazione-post-lockdown-digito-dunque-sono-videoconferenza-su-teams-17-ottobre-2020-ore-900-1200-138148/

Locandina

Presentazione rete di ricerca “Red LatinoAmericana para el cambio social y el aprendizaje emancipatorio” – 5 novembre

Categorie: 2020, Eventi, News
Commenti disabilitati su Presentazione rete di ricerca “Red LatinoAmericana para el cambio social y el aprendizaje emancipatorio” – 5 novembre

Su richiesta del prof. Carlo Orefice, segnaliamo la presentazione della rete di ricerca “Red LatinoAmericana para el cambio social y el aprendizaje emancipatorio”.
La presentazione si terrà in data 05.11.2020 dalle ore 15.30 alle ore 17.00 tramite videoconferenza.
Il network si pone come obiettivo quello di promuovere studi transdisciplinari per lo sviluppo delle comunità dei paesi dell’America Latina che vi aderiscono, in particolare ponendo al centro l’apprendimento come dispositivo di emancipazione e cambiamento sociale. L’evento, promosso dall’Università degli Studi di Siena/DSFUCI in quanto coordinatrice del Network, e vedrà la partecipazione delle Università fondatrici (Messico, Cile, Perù, Colombia) e associate (Brasile, Argentina).
L’evento, in lingua spagnola/inglese, sarà disponibile anche in streaming al seguente indirizzo: https://stream.meet.google.com/stream/621f1041-35f8-4485-828c-5e9db379cc94
Per maggiori informazioni: https://www.redlatinoamerica.org

Locandina

Convegno internazionale “Società multietniche, trasformazioni sociali e organizzative” – 14, 15 e 16 ottobre, Siena

Categorie: Archivio Convegni
Commenti disabilitati su Convegno internazionale “Società multietniche, trasformazioni sociali e organizzative” – 14, 15 e 16 ottobre, Siena

Su richiesta del prof. Claudio Melacarne, segnaliamo il convegno internazionale “Società multietniche, trasformazioni sociali e organizzative”.
Il convegno si terrà dal 14.10.2020 al 16.10.2020 a Siena, presso la Certosa di Pontignano dell’Università degli Studi di Siena.
Studiosi, professionisti e istituzioni si confronteranno su prospettive di ricerca e di formazione per la gestione di contesti sociali e lavorativi ad alto tasso multietnico. L’evento è organizzato nell’ambito del progetto Forward (Formazione, ricerca e sviluppo di strategie community based per facilitare e supportare le pratiche di convivenza nei contesti multietnici) di cui è coordinatrice scientifica la prof.ssa Loretta Fabbri.
Per maggiori informazioni per partecipare in presenza o on line: https://www.forwardproject.unisi.it

Locandina

Giornate di studio “International Narratives about COVID 19 and Early Childhood” – 28 e 29 ottobre

Categorie: 2020, News, Webinar
Commenti disabilitati su Giornate di studio “International Narratives about COVID 19 and Early Childhood” – 28 e 29 ottobre

Su richiesta della prof.ssa Chiara Bove, segnaliamo le due giornate di studio “International Narratives about COVID 19 and Early Childhood”.
Le giornate di studio, organizzate dall’EECERA, si terranno dal 28.10.2020 al 29.10.2020 a distanza in web streaming.
Quest’anno l’EECERA-Conference è stata posticipata causa emergenza Covid19. L’EECERA ha promosso cinque webinar per non interrompere il lavoro di ricerca, studio, riflessione e confronto internazionale promosso ogni anno dalla Annual Conference.
Ogni informazione e ulteriore dettaglio per la partecipazione è reperibile al seguente link: https://www.eecera.org/eecera-convocation/
Per eventuali informazioni è possibile scrivere a Chiara Bove (National Coordinator, EECERA): chiara.bove@unimib.it

Locandina

Call for papers rivista “Nuova secondaria” sul tema “Cuore, mente, mano. Riflessioni per un’educazione 0-6”

Categorie: 2020, Call, News
Commenti disabilitati su Call for papers rivista “Nuova secondaria” sul tema “Cuore, mente, mano. Riflessioni per un’educazione 0-6”

Su richiesta del prof. Giuseppe Bertagna, segnaliamo la call for papers rivista “Nuova secondaria” sul tema “Cuore, mente, mano. Riflessioni per un’educazione 0-6”.
La scadenza per l’invio dei lavori è il 31.01.2021.
Per maggiori informazioni: http://riviste.gruppostudium.it/sites/default/files/call_nsr_2020-2021-educazione_0-6.pdf

Call

Convegno internazionale “Cittadinanza europea, Costituzione e Diritti. L’educazione come strumento di democrazia – European Citizenship, Constitution and Rights. Education as an Instrument of Democracy” – 7 ottobre

Categorie: Archivio Convegni
Commenti disabilitati su Convegno internazionale “Cittadinanza europea, Costituzione e Diritti. L’educazione come strumento di democrazia – European Citizenship, Constitution and Rights. Education as an Instrument of Democracy” – 7 ottobre

Su richiesta della prof.ssa Antonella Nuzzaci, segnaliamo il convegno internazionale “Cittadinanza europea, Costituzione e Diritti. L’educazione come strumento di democrazia – European Citizenship, Constitution and Rights. Education as an Instrument of Democracy”.
Il convegno, organizzato dall’Università degli Studi dell’Aquila, si terrà in data 07.10.2020 dalle 09.30 a distanza in web streaming al seguente link: https://univaq.webex.com/meet/antonella.nuzzaci
L’evento, che si colloca all’interno del Festival dello Sviluppo Sostenibile, focalizza l’attenzione sui risultati intermedi raggiunti dal Progetto Internazionale #ShareEU, volto a migliorare la comprensione dei processi sociali democratici in atto nell’Unione Europea, ponendo particolare attenzione al valore della cittadinanza e dell’educazione alla cittadinanza come strumenti fondamentali per la costruzione di una futura responsabilità europea comune. La conferenza internazionale è promossa in relazione al progetto ShareEU – Shaping of the European Citizenship in the post-Totalitarian Societies. Reflections after 15 years of EU enlargement. ShareEU è un progetto sulla cittadinanza europea e sui processi democratici dopo la fine di regimi autoritari/totalitari. Per quanto riguarda Polonia e Slovacchia si fa riferimento ai regimi comunisti, per l’Italia alla fine del fascismo. Il progetto mira a migliorare la comprensione dei processi sociali democratici in atto nell’Unione Europea, ponendo particolare attenzione al valore della cittadinanza e dell’educazione alla cittadinanza, come strumenti fondamentali per la costruzione di una futura responsabilità europea comune.
Per maggiori informazioni: https://www.univaq.it/news_home.php?id=14775

Locandina