ZigaForm version 6.1.2
Convegno "La parola 'sorgiva'. Da Valdocco a Barbiana" - 10 maggio, Mestre (Venezia)

Convegno “La parola ‘sorgiva’. Da Valdocco a Barbiana” – 10 maggio, Mestre (Venezia)

Convegno “La parola ‘sorgiva’. Da Valdocco a Barbiana” – 10 maggio, Mestre (Venezia)

Su richiesta dei proff. Enrico Miatto e Margherita Cestaro, segnaliamo il Convegno “La parola ‘sorgiva’. Da Valdocco a Barbiana”.
Il Convegno, promosso dall’Area di Pedagogia dell’Istituto Universitario Salesiano di Mestre (IUSVE), si terrà il 10.05.2024 dalle ore 9.00 alle 17.00 presso l’Aula Magna dell’Istituto Universitario Salesiano di Mestre (Via dei Salesiani 15, Mestre, Venezia).
Il Convegno, collocandosi sulla scia delle celebrazioni per il Centenario della nascita di don Lorenzo Milani, intende porsi in una continuità tematica con il Convegno, promosso nel 2022 dall’Area di Pedagogia dello IUSVE, in occasione del Centenario di Paulo Freire, dal titolo: “Freire: Promotore di alfabeti inediti”.
In un tempo, come quello attuale, in cui sembra essersi smarrito il senso umanizzante della “parola”, Educare alla parola e mediante la parola, intesa come espressione della potenzialità relazionale e creativa che ciascuno essere umano ha per imparare a “vivere insieme” e ad abitare con gli altri la Casa terrestre, diviene un compito – un’emergenza educativa, umana ed etica – che, nel problematizzare la riflessione pedagogica, interpella l’agire educativo. Rileggere allora due “maestri” della “parola”, ascoltata, vissuta, promossa e agita, don Giovanni Bosco e don Lorenzo Milani, ponendoli in dialogo, tra loro, e con le sfide umane, educative ed etiche del nostro tempo, diviene un’opportunità di ricerca pedagogica per “so-stare” in modo riflessivo sulla parola, sul suo potere locutorio, illocutorio e in particolare performativo, volto non solo a nominare il mondo ma anche, e soprattutto, a intenzionare il mondo, trasformandolo in un contesto culturalmente e umanamente significativo.
Lasciarsi sollecitare dalla sfida che la parola rappresenta, se intesa come sorgente dell’esperienza umana ed educativa, diviene pertanto occasione preziosa per:

  • riflettere sulla qualità dell’esperienza educativa, interrogandosi se e come essa consenta di diventare una “palestra” in cui educare ed educarci a conoscere se stessi, gli altri, il mondo divenendo anche capaci di immaginare, desiderare, agire per imparare a essere con gli altri un/una “buon/a cittadino/a” della realtà sociale-culturale in cui, insieme, viviamo;
  • riflettere sulle parole che, sia sul piano pubblico e/o privato sia sul piano disciplinare, quotidianamente usiamo non solo per “dire il mondo” ma anche, e in particolare, per costruire quale tipo di relazione-con-gli-altri e con-il-mondo;
  • promuovere, in una tensione transdisciplinare, la ricerca di una possibile semantica comune che, pur nella salvaguardia della specificità dei singoli linguaggi disciplinari, miri a rintracciare, proprio nelle reciproche interconnessioni, l’umano che abita la “Casa comune”.

Il Convegno, introdotto da Enrico Miatto (IUSVE) e da Margherita Cestaro (IUSVE), vedrà la partecipazione alle attività della mattina di: Domenico Simeone (Università Cattolica del Sacro Cuore), Giuseppe Milan (Prof. Onorario dell’Università di Padova), Carlo Presotto e Loris Benvenuti (IUSVE).
Seguiranno, nel pomeriggio, 6 laboratorio tematici condotti da docenti dell’Area di Pedagogia dello IUSVE.
Per maggiori informazioni: https://www.iusve.it/convegno-ped-parola-sorgiva/

Locandina

Articoli correlati