Convegno "Festival Mediterrae 2024 - Mediterraneità e confini. Cultura, migrazioni, diritti, sostenibilità" - 11-13 gennaio, Taranto - Locandina

Convegno “Festival Mediterrae 2024 – Mediterraneità e confini. Cultura, migrazioni, diritti, sostenibilità” – 11-13 gennaio, Taranto

Convegno “Festival Mediterrae 2024 – Mediterraneità e confini. Cultura, migrazioni, diritti, sostenibilità” – 11-13 gennaio, Taranto

Su richiesta dei proff. Riccardo Pagano e Adriana Schiedi, segnaliamo il Convegno “Festival Mediterrae 2024 – Mediterraneità e confini. Cultura, migrazioni, diritti, sostenibilità”.
Il Convegno, organizzato dal Dipartimento Jonico in “Sistemi Giuridici ed Economici del Mediterraneo: società, ambiente, culture” dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, si terrà dall’11.01.2024 al 13.01.2024. Le prime due giornate del Festival (11-12.01.2024) si terranno presso la Sede di Giurisprudenza del Dipartimento Jonico (ex-Convento di San Francesco in via Duomo, Taranto), la terza (13.01.2024), invece, avrà luogo presso il primo piano nobile di Palazzo Pantaleo, ove è ubicato il Museo Civico Etnografico “Alfredo Majorano” (Vicolo Civico, Taranto), partner dell’iniziativa.
Concepito nell’ambito del progetto M.E.D.I.A.T.I.O.N. (Horizon Europe Seeds), coordinato dalla professoressa Adriana Schiedi (docente di Pedagogia Generale ed Interculturale entro il corso di laurea in Scienze Giuridiche dell’Immigrazione, i Diritti Umani e l’Interculturalità), il Festival si pone a chiusura di un prezioso calendario di riflessioni, iniziative e incontri incentrati sulla necessità di elaborare un modello di integrazione socio-economica e culturale dei migranti del Mediterraneo. Per tale ragione, l’evento non si rivolge esclusivamente agli addetti ai lavori o ai cultori di tali tematiche, ma si propone di far interagire in una dimensione internazionale i partner e gli stakeholder interessati a riflettere sui paradigmi, le metodologie e le esperienze per costruire una governance interculturale del nostro territorio.
Il mondo accademico, le istituzioni locali e regionali, le scuole, le imprese e le associazioni del Terzo Settore avranno occasione di confrontarsi, ciascuno dal proprio punto di vista, a supporto di una iniziativa che fa del dialogo e della comunicazione uno strumento di rottura contro le barriere del silenzio e delle incomprensioni, nella consapevolezza che il binomio ricerca-innovazione rappresenta il volano privilegiato per programmare lo sviluppo sostenibile del territorio jonico.

Locandina

Articoli correlati