Tutti i post in News

Call for paper rivista “Form@re” sul tema “I contenuti core per la formazione dei professionisti dell’educazione e della formazione alla progettazione”

Categorie: 2020, Call, News
Commenti disabilitati su Call for paper rivista “Form@re” sul tema “I contenuti core per la formazione dei professionisti dell’educazione e della formazione alla progettazione”

Su richiesta dei proff. Giovanni Bonaiuti, Giovanna Del Gobbo e Francesca Torlone, segnaliamo la call for paper per la rivista “Form@re” sul tema “I contenuti core per la formazione dei professionisti dell’educazione e della formazione alla progettazione”.
La progettazione è uno degli obiettivi fondamentali nella formazione dei professionisti della formazione e dell’educazione. Quali sono i contenuti core che consentono agli studenti di acquisire conoscenze e sviluppare competenze tali da renderli capaci di esplicitare e prevedere obiettivi, metodi, organizzazione, gestione e valutazione dei diversi tipi di azione educativa nei diversi contesti? Guest Editor: Giovanni Bonaiuti (Università di Cagliari), Giovanna Del Gobbo (Università di Firenze), Francesca Torlone (Università di Siena).
Lingua: Inglese e Italiano.
Scadenza: i contributi devono pervenire entro il 15.04.2020.
Pubblicazione del numero: 31.07.2020.
Link: https://oaj.fupress.net/index.php/formare

Call

Nuova collana editoriale di pedagogia “Pedagogia anima mundi”

Categorie: 2020, Archivio Rivista, News
Commenti disabilitati su Nuova collana editoriale di pedagogia “Pedagogia anima mundi”

Su richiesta dei proff. Mario Caligiuri, Simonetta Polenghi e Maria Grazia Riva, segnaliamo la nuova collana editoriale di pedagogia “Pedagogia anima mundi” edita da Rubbettino, direttore Mario Caligiuri.
“Pedagogia anima mundi” è il titolo della nuova collana editoriale appena promossa dalla Rubbettino per contribuire a un profondo cambiamento della cultura nazionale, affidandone la direzione a Mario Caligiuri, ordinario di pedagogia generale all’Università della Calabria. Caligiuri così la spiega: “La democrazia è in crisi e occorre trovare le strategie per ridarle anima e senso. Con tutti i limiti, l’educazione rimane lo strumento principale per mantenere l’uomo al centro dell’universo. Gli studenti e la società sono profondamente cambiati ma noi continuiamo a insegnare nelle scuole e nelle università sostanzialmente come si fa dal Medioevo. Oggi la pedagogia puo rappresentare la regina delle scienze, a condizione di una trasformazione profonda, aprendosi all’apporto di altri saperi a cominciare dalle neuroscienze e dall’intelligenza artificiale. Non possiamo più formare professioni destinate alla disoccupazione perenne oppure lavoratori che producano un reddito per consumare, alimentando la società della disinformazione e della sorveglianza. La pedagogia dunque come punto di incontro delle scienze e territorio di costanti sperimentazioni educative. A questo criterio risponde il comitato scientifico della collana che raggruppa studiosi e operatori dell’educazione di livello internazionale. Occorre volare alto per oltrepassare i decrepiti steccati disciplinari che hanno isterilito l’università italiana”. “Una novità editoriale di assoluto rilievo – ha dichiarato l’editore Florindo Rubbettino – sia per l’obiettivo di dare un contributo di rinnovamento alla disciplina, sia per il profilo del Comitato Scientifico e del suo direttore”. Del comitato scientifico fanno parte significativi esponenti della pedagogia italiana come Simonetta Polenghi, Direttrice del Dipartimento di Pedagogia dell’Università “Cattolica” di Milano e Presidente della Società Italiana di Pedagogia e Maria Grazia Riva, Direttrice del Dipartimento di Scienze Umane per la formazione “Riccardo Massa” dell’Università Milano Bicocca e Presidente della Conferenza Universitaria Nazionale di Scienze della Formazione. C’è poi Raffaella Rumiati della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste, una delle più importanti studiose di neuroscienze cognitive a livello internazionale. Seguono Andrea Gavosto, Direttore della Fondazione “Giovanni Agnelli” che si occupa in modo costante da anni dell’istruzione in Italia; Claudio Gentili che è stato Direttore Education di Confindustria dal 1992 al 2017, occupandosi costantemente del rapporto tra occupazione e lavoro; Piero Dominici, Fellow della World Academy of Art & Science degli Stati Uniti e Direttore Scientifico del Complexity Education Project dell’Università di Perugia. Di rilievo è anche la componente internazionale del Comitato scientifico rappresentata da Derrick De Kerckhove, dell’Università di Toronto, uno degli allievi più noti di Marshall McLuhan; Concepción Naval, Ordinaria di Teoría dell’educazione e già prorettrice dell’Università della Navarra; Ehrenhard Skiera, professore Emerito di Pedagogia generale all’Università tedesca di Flensburg.

Call for paper della rivista “Epale Journal on Adult Learning and Continuing Education” dal titolo “Apprendimento innovativo e inclusione socio-culturale degli adulti migranti”

Categorie: 2020, Call, News
Commenti disabilitati su Call for paper della rivista “Epale Journal on Adult Learning and Continuing Education” dal titolo “Apprendimento innovativo e inclusione socio-culturale degli adulti migranti”

Su richiesta dei proff. Vanna Boffo e Laura Formenti, segnaliamo la call for paper per la rivista “Epale Journal on Adult Learning and Continuing Education” dal titolo “Apprendimento innovativo e inclusione socio-culturale degli adulti migranti”.
La rivista nasce dalla collaborazione tra l’INDIRE (Unità EPALE Italia) e la Rete Universitaria Italiana per l’Apprendimento Permanente (RUIAP), con l’obiettivo di proporre una selezione di articoli accademici sull’educazione degli adulti e dare risalto a temi di interesse nazionale. La scadenza per l’invio dei contributi è il 15.04.2020.
Per maggiori informazioni: http://www.erasmusplus.it/adulti/epale-journal/

Call

Call for papers “Il Nodo. Per una pedagogia della persona” sul tema “Per una scuola inclusiva e di qualità”

Categorie: 2020, Call, News
Commenti disabilitati su Call for papers “Il Nodo. Per una pedagogia della persona” sul tema “Per una scuola inclusiva e di qualità”

Su richiesta della prof.ssa Sandra Chistolini, segnaliamo la call for paper per la rivista “Il Nodo. Per una pedagogia della persona” sul tema “Per una scuola inclusiva e di qualità”, numero speciale, anno XXIV, n. 50, Dicembre 2020.
Il numero 50 anno 2020 de “Il Nodo. Per una pedagogia della persona” è dedicato a riflessioni, approfondimenti, ricerche sul tema Per una scuola inclusiva e di qualità. Considerata la natura pedagogica ed interdisciplinare della Rivista, sono accolti contributi di studiosi ed esperti, italiani ed esteri, afferenti ad ogni disciplina scientifica, con particolare riferimento alle finalità di presenza universitaria associativa dell’AIDU, Associazione Italiana Docenti Universitari, fondata dal pedagogista emerito Luciano Corradini.
Inviare gli articoli a sandra.chistolini@uniroma3.it entro il 31.05.2020. Per le citazioni e la bibliografia fare riferimento alla sesta edizione dello stile APA https://owl.purdue.edu/owl/research_and_citation/apa_style/apa_formatting_and_style_guide/reference_list_basic_rules.html.
Gli Autori possono seguire come esempio Il Nodo 49-2019 disponibile al link http://www.sandrachistolini.it/?p=5484&page=2.
Per maggiori informazioni: http://www.sandrachistolini.it/?p=5484.

Call

Convegno “Apprendimento trasformativo, arti performative, cambiamento sociale” – 27-28 maggio, Lecce

Categorie: 2020, Convegni, News
Commenti disabilitati su Convegno “Apprendimento trasformativo, arti performative, cambiamento sociale” – 27-28 maggio, Lecce

Su richiesta del prof. Salvatore Colazzo, segnaliamo il convegno “Apprendimento trasformativo, arti performative, cambiamento sociale”.
Il convegno si terrà dal 27.05.2020 al 28.05.2020 a Lecce, presso l’Università del Salento.
Il Convegno vuole sollecitare l’incontro e la cooperazione attiva tra professionisti e studiosi interessati a promuovere processi trasformativi utilizzando le metodologie art-based. L’interesse è rivolto alla costruzione di uno spazio dialogico di confronto che consenta di analizzare le potenzialità e le criticità che le arti performative offrono nel sostenere processi trasformativi nei contesti educativi, sociali, organizzativi.

Call

Call for paper per la rivista “Nuova Secondaria” sul tema “Quale formazione iniziale degli insegnanti nel nuovo millennio? Risultati di ricerche empiriche, analisi comparative, proposte istituzionali e ordinamentali”

Categorie: 2020, Call, News
Commenti disabilitati su Call for paper per la rivista “Nuova Secondaria” sul tema “Quale formazione iniziale degli insegnanti nel nuovo millennio? Risultati di ricerche empiriche, analisi comparative, proposte istituzionali e ordinamentali”

Su richiesta del prof. Giuseppe Bertagna, segnaliamo la call for paper per la rivista “Nuova Secondaria” sul tema “Quale formazione iniziale degli insegnanti nel nuovo millennio? Risultati di ricerche empiriche, analisi comparative, proposte istituzionali e ordinamentali”.
Scadenza per l’invio degli abstract: 01.09.2020.

Call

Call for paper per la rivista “Educazione interculturale” sul tema “Una ‘doppia appartenenza’. Minori e adulti con disabilità provenienti da percorsi migratori”

Categorie: 2020, Call, News
Commenti disabilitati su Call for paper per la rivista “Educazione interculturale” sul tema “Una ‘doppia appartenenza’. Minori e adulti con disabilità provenienti da percorsi migratori”

Su richiesta dei proff. Ivana Bolognesi e Roberto Dainese, segnaliamo la call for paper per la rivista “Educazione interculturale” sul tema “Una ‘doppia appartenenza’. Minori e adulti con disabilità provenienti da percorsi migratori”.
Scadenza per l’invio degli abstract: 07.04.2020.

Call

Call per la rivista “RSE – Rivista di Storia dell’Educazione” sul tema “Maria Montessori, i suoi tempi e i nostri anni. Storia, vitalità e prospettive di una pedagogia innovativa”

Categorie: 2020, Call, News
Commenti disabilitati su Call per la rivista “RSE – Rivista di Storia dell’Educazione” sul tema “Maria Montessori, i suoi tempi e i nostri anni. Storia, vitalità e prospettive di una pedagogia innovativa”

Su richiesta dei proff. Fulvio De Giorgi e Paola Trabalzini, segnaliamo la call per la rivista “RSE – Rivista di Storia dell’Educazione” sul tema “Maria Montessori, i suoi tempi e i nostri anni. Storia, vitalità e prospettive di una pedagogia innovativa”.
Questa Call per un numero monotematico intende proporre una riflessione storica sulle molte variabili che caratterizzano le realizzazioni della Pedagogia e del Movimento di Maria Montessori dalla fine del XIX secolo ai nostri anni, evidenziando le relazioni umane, professionali e culturali tra lei, il suo pensiero e le istituzioni, gli educatori, gli intellettuali più rilevanti in Italia e all’estero. Principali aree tematiche previste per la Call:

  1. L’influenza della pedagogia montessoriana sul pensiero educativo italiano nel ventesimo secolo con particolare riguardo alle relazioni tra il movimento montessoriano e la società “Umanitaria”, le istituzioni educative cattoliche, le ricerche accademiche di natura pedagogica e il movimento teosofico.
  2. La ricostruzione storica – attraverso materiali d’archivio ed editoriali dei manoscritti e delle pubblicazioni di Maria Montessori e dei suoi primi seguaci (testi pedagogici e didattici, periodici, relazioni, lettere e memorie).
  3. La storia del metodo montessoriano in Italia: i suoi risultati, la sua diffusione ed evoluzione nel tempo (dalle scuole per la prima infanzia ai seguenti gradi scolastici), le sue relazioni con altri movimenti educativi coevi (scuole all’aperto, metodo Agazzi, scuola fascista e post-fascista, movimenti educativi contemporanei).
  4. La storia dei percorsi di formazione per educatori e insegnanti montessoriani, a partire dal primo corso tenuto dalla Montessori stessa nel 1909, passando attraverso l’Opera Nazionale Montessori, il Centro Internazionale Studi Montessoriani, l’Association Montessori Internationale, il Centro Nascita Montessori, ecc.
  5. L’evoluzione storica e la diffusione degli arredi e dei materiali montessoriani, anche in relazione alle originali caratteristiche architettoniche suggerite e stimolate dal metodo educativo in questione.

Per maggiori informazioni: https://new.cirse.it/2020/02/19/cfp-rse-rivista-di-storia-della-educazione-n-2-2021/

Call

Summer School “VI International Perspectives on Education Policy (IPEP)” – 16-22 agosto, Aalborg (Danimarca)

Categorie: 2020, News, Summer School
Commenti disabilitati su Summer School “VI International Perspectives on Education Policy (IPEP)” – 16-22 agosto, Aalborg (Danimarca)

Su richiesta della prof.ssa Milana Marcella, segnaliamo la summer school “VI International Perspectives on Education Policy (IPEP)”.
La summer school si terrà dal 16.08.2020 al 22.08.2020 a Aalborg (Danimarca), presso l’Università di Aalborg.
Sono aperte le espressioni di interesse per partecipare alla IV edizione del corso intensivo su “International Perspectives on Education Policy (IPEP)”. Nato dalla collaborazione tra l’Università di Verona (Dipartimento di Scienze umane), l’Università di Aalborg (Dipartimento di Cultura e apprendimento), l’Università di Nottingham (School of Education) e l’Istituto di ricerca sulla popolazione e le politiche sociali del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR-IRPPS), il corso si rivolge a laureandi, dottorandi e giovani ricercatori interessati a comprendere lo sviluppo delle politiche educative, e come possono divenire oggetto di analisi.

Call

Premio tesi “Philosophy for Children & Community”

Categorie: 2020, News, Premio
Commenti disabilitati su Premio tesi “Philosophy for Children & Community”

Su richiesta della prof.ssa Maura Striano, segnaliamo la IV edizione del premio tesi “Philosophy for Children & Community”.
È indetto un Concorso per la premiazione di una tesi di laurea riguardante la pratica filosofica di comunità, con particolare riferimento alla Philosophy for Children & Community. Possono partecipare al concorso coloro che abbiano elaborato e discusso una tesi di laurea triennale o magistrale sull’argomento del Premio nell’ultimo triennio a partire dall’anno accademico in corso, non ancora concluso; quindi, a ritroso: 2019/18, 2017/18, 2016/17. È possibile concorrere al premio anche per quanti abbiano già partecipato alle precedenti edizioni, qualora i lavori non siano risultati vincitori. Le domande di partecipazione vanno inviate via e-mail all’indirizzo crif@filosofare.org -allegando una copia della tesi in formato PDF, un abstract di 5 cartelle (carattere 12, interlinea 1,5) e un curriculum vitae con dati anagrafici e recapiti (compreso l’indirizzo e-mail), entro e non oltre il 15.04.2020. Il contenuto della e-mail preferibilmente non deve superare i 6 MB. Oltre i 6 MB si raccomanda di utilizzare la piattaforma gratuita disponibile sul sito http://www.wetransfer.cominserendo nei destinatari l’indirizzo di spedizione corretto: crif@filosofare.org. L’oggetto della e-mail dovrà essere “PREMIO TESI P4C”.
Per maggiori informazioni: http://www.filosofare.org/crif-p4c/

Call