2019-01-03 – Approvato il comma 517 sugli educatori socio-pedagogici nelle strutture socio-sanitarie

Logo Siped

Con la legge di bilancio 2019 è stato approvato il comma 517 (che non ha bisogno di decreti attuativi). Il comma 517 ) riprende quella parte di testo della “Legge Iori” che era venuto a cadere nel corso del suo inserimento nella legge di bilancio 205/2017 (commi 594-601) e recita: «All’articolo 1, comma 594, secondo periodo, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, dopo le parole: «socio-assistenziale, limitatamente agli aspetti socio-educativi» sono inserite le seguenti: «nonché, al fine di conseguire risparmi di spesa, nei servizi e nei presìdi socio-sanitari e della salute limitatamente agli aspetti socio-educativi».
In questo modo migliaia di laureati in Scienze dell’educazione e della formazione, che rischiavano il licenziamento, possono conservare il posto di lavoro, ed altri potranno entrare, all’interno di strutture socio-sanitarie. Gli educatori sanitari continueranno a svolgere il loro lavoro, che prevede competenze diverse. Le due figure di educatore socio-sanitario e di educatore socio-pedagogico hanno profili formativi molto diversi e le loro funzioni si devono integrare, non elidere.
La SIPed ringrazia i deputati e i senatori che hanno contribuito, con il mantenimento e l’approvazione del comma 517, a restituire sicurezza e dignità a migliaia di laureati in Scienze dell’educazione e della formazione, operanti nei servizi socio-sanitari. In maniera particolare, la SIPed ringrazia la Prof.ssa Sen Vanna Iori, che ha riproposto il comma, seguendone ininterrottamente l’iter e segnalandone l’importanza, affinché reggesse ai tentativi di soppressione. Grazie al suo costante e autorevole impegno per la diffusione della cultura pedagogica, il nostro paese registra un passo avanti in questo campo.

La Presidente
Simonetta Polenghi